L'isola caraibica di Barbuda ✿ The caribbean island of Barbuda

21:11


"Il mare incanta, il mare uccide, commuove, spaventa, fa anche ridere, alle volte, sparisce, ogni tanto, si traveste da lago, oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non dà risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile. Ma soprattutto: il mare chiama."
Ibidem

"The sea enchants, the sea kills, moved, frightened, also makes you laugh, sometimes, vanish, sometimes, disguises himself as a lake, or builds storms, devours ships, gives riches, does not give answers, it is wise, it's sweet, it's powerful, it is unpredictable. But above all, the sea calls."
Ibidem



Per ventuno lunghi giorni abbiamo fantasticato sul momento in cui, dopo più di 4000 miglia, avremmo visto per la prima volta la terraferma. Dopo tre settimane in cui l'unica vista era l'oceano, vedere qualcosa di diverso rispetto alle onde è stata un'emozione davvero strana. Durante la navigazione ho potuto vedere solo una grande nave cargo che viaggiava veloce verso il Brasile. Un puntino in lontananza riconoscibile grazie al nostro GPS che ci segnalava il nome e altri dati tecnici. Per il resto del tempo, l'unico paesaggio era l'acqua che scrosciava sulla barca.

For twenty long days we fantasized about the moment when, after more than 4000 miles, we saw for the first time the mainland. After three weeks in which the only view was the ocean, to see something different than waves was really strange emotion. While sailing I could only see a large cargo ship traveling fast towards Brazil. A dot in the distance recognizable thanks to our GPS that signaled the name and other technical data. For the rest of the time, the only scenery was the water that poured down on the boat.


Gli ultimi due giorni di navigazione poi, sono stati caratterizzati da un misto tra allegria e malinconia. L'allegria per ciò che avremmo trovato al nostro arrivo e la malinconia di un lungo viaggio sulla nostra barca Moksha che stava per concludersi. Improvvisamente però tutto sembrava più leggero. Gli occhi erano pronti a cogliere i nuovi panorami che, a breve, avremmo scorto in lontananza. Il giorno in cui siamo giunti ai Caraibi io avevo fatto il turno notturno che precede l'alba. Mi ricordo che cercai di imprimere nella memoria il mio ultimo cielo stellato oceanico e rimasi circa due ore a testa in su ad osservare gli astri che scorrevano sopra la mia testa e la luce mattutina che pian piano schiariva il cielo. 

The last two days of sailing then, have been characterized by a mixture of joy and melancholy. The joy for what we would find on our arrival and the melancholy of a long journey on our Moksha boat that was about to end. But suddenly everything seemed lighter. Our eyes were ready to seize the new views that, in short, we would have seen in the distance. The day we arrived to the Caribbean I had done the night shift before dawn. I remember that I tried to impress upon the memory my last oceanic starry sky and stayed about two hours to head up to look at the stars that flowed over my head and the morning light that slowly cleared the sky.


Siamo arrivati in questo paradiso terrestre alle prime luci del mattino. L'acqua azzurra ci ha accolto già dal largo e pian piano che ci avvicinavamo all'isola, diventava sempre più chiara. Non c'è stereotipo più azzeccato di quello della spiaggia deserta con qualche palma per descrivere la nostra prima vista della terraferma. Questa è l'immagine di un'isola esotica bellissima, Barbuda, che ha accolto i nostri primi passi. O meglio, abbiamo ancorato la barca a circa cinquanta metri dalla riva e poi l'abbiamo raggiunta a nuoto come concorrenti di un reality show trash. Camminare sulla sabbia morbida e bianchissima è stato strano ed esaltante. 

We arrived in this earthly paradise at first light in the morning. The blue water welcomed us and slowly we approached the island, became increasingly clear. There is no more appropriate than the stereotype of the deserted beach with some palm to describe our first sight of land. This is the image of a beautiful exotic island, Barbuda, who welcomed our first steps. Or rather, we anchored the boat about fifty meters from the shore and then we reached it by swimming as contestants of a trash reality show. Walking on the soft, white sand was strange and exciting.


Il nostro mondo per lungo tempo ha avuto una dimensione di tredici metri di lunghezza per sette di larghezza. Riscoprire un mondo ben più in grande e stabile è stata una sorpresa. Il nostro corpo ormai si era abituato ad ondeggiare insieme al mare e in questo movimento aveva trovato il suo equilibrio. La mia mente però aveva un grosso desiderio di camminare, correre, muoversi in uno spazio più ampio. 

Our world for a long time has had a size of thirteen meters in length for seven of width. Rediscovering a much more big and stable world was a surprise. Our bodies had become accustomed to sway along the sea and in this movement they had found their equilibrium. My mind, however, had a great desire to walk, run, move into a larger space.


I miei primi passi sulla terraferma mi hanno ricordato quanto è bello avere davanti a sé spazi sconfinati. Ma allo stesso tempo, mi ha fatto capire quanto volessi bene a quella piccola barca. La guardavamo dalla riva pensando "la nostra casa è in mezzo al mare, è piccola, ondeggia e ogni giorno ci mostra panorami diversi". Lei ci ha mostrato i mille volti dell'oceano, ce l'ha fatto odiare nei momenti più duri per poi rimettere pace tra noi. 

My first steps on land reminded me how beautiful it is to have in front of me wide-open spaces. But at the same time, it made me realize how much I loved that little boat. We watched her from the shore thinking "our house is in the sea, is small, sways and every day shows us different views." She showed us the many facets of the ocean, she did hate it in the hardest moments and then put peace between us.


You Might Also Like

18 comments

  1. che meraviglia! colori e sfumature unici dei caraibi! che voglia!!

    RispondiElimina
  2. a "reality show trash" sono morta. Io ti voglio vedere! Mi devi raccontare tutto tutto silurotta mia <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhahah pensavo ai finti vips dell'Isola dei famosi catapultati in mare per raggiungere l'isola a nuoto ahahh Trashhhh
      spero di vederti presto ^-^

      Elimina
  3. Stupendo. I colori del mare mi fanno perdere per un attimo il contatto con la realtà e sognare. Grazie Valentina. So che passare sul tuo blog è ogni volta un'esperienza unica. Grazie di cuore per questi scatti condivisi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per questo commento Cristina :*

      Elimina
  4. sono a bocca aperta, per le tue foto e il tuo racconto! che emozione!

    RispondiElimina
  5. Mi stanno sbrilluccicando gli occhi lo sai???
    Bello bello bello!

    RispondiElimina
  6. Che bellissima esperienza cara Valentina! Ti attendo a Livorno per un racconto dettagliato.. con ingresso trionfale, gettandoti dal traghetto stile "reality show trash" (in aereo è troppo semplice XD !) Bacissimi :-* !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahahhahahahhahahhah mi sono immaginata la scena di me che arrivo a Livorno a nuoto e tu sei con un fan club livornese che mi accoglie con tutta la "dolcezza" della vostra parlata che io adoro *-* facciamolo :D

      Elimina
  7. Il viaggio in barca di qualche giornata è un'esperienza che vorrei fare... ci ho pensato la prima volta in Corsica, quando dall'alto della strada si scorgevano calette meravigliose impossibili da raggiungere in macchina o a piedi... immagino sia una dimensione molto particolare, e che la scelta di chi condivide con noi uno spazio tanto stretto possa cambiare il colore all'esperienza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è vero :) anche io in Sardegna, quando sono a casa mi immagino sempre su una barca o gommone ad esplorare la costa e a conoscerla in modo diverso. La barca è un bel modo per conoscere posti nuovi, trovare nuove prospettive e arrivare in luoghi dove altri non possono arrivare ^-^ eh sì, i compagni di viaggio devono essere simpatici e in gamba per rendere il tutto ancora più bello (ed evitare lanci di coltello o gente lanciata in pasto agli squali eheheh) :)

      Elimina
  8. È qualcosa di splendido, ho i brividi

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *