Valentina e la Traversata Atlantica ✿ Valentina and the Atlantic crossing

17:42


“Tu con tutto il cuore ti spaventi
di aria che ti scuote e ti perde;”
Amelia Rosselli

"You frighten you with all your heart
with air that shakes you and lose you."
Amelia Rosselli

Eccomi qui ad aggiornare queste pagine dopo un periodo di assenza. Il viaggio che stavo per intraprendere era troppo pazzo per parlarne in anticipo, così ho aspettato. A metà dicembre sono partita per la Francia e dopo qualche giorno a Bordeaux, mi sono diretta verso la Rochelle, una bella città della costa. Qua ci aspettava un catamarano a vela di 13 metri: Moksha. Incredibile ma vero, ho deciso di affrontare una traversata Atlantica in barca a vela, cercando di portare sempre più avanti i miei limiti. Non ho mai navigato a lungo ed anzi, sono abbastanza fuori di testa per aver preso questa decisione. Ma oramai, ho fatto pace con i miei neuroni ed accetto anche le imprese che il mio cervello mi spinge a compiere. La traversata è iniziata duramente sin da subito. Il mare nella costa francese non è dei migliori in questo periodo e il giorno di Natale l'ho trascorso in modo inconsueto. Ho dormito tutto il giorno all'esterno della barca, a poppa, dentro il mio sacco a pelo e non ricordo molto. Poi pian piano, il mio stato fisico è migliorato. Siamo giunti a La Coruna, in Spagna, per ripararci in un porto sicuro, dopo tre giorni di mare molto impegnativo. Il mio ricordo più vivo della navigazione dalla Francia alla Spagna è quello dei tramonti. I miei primi tramonti in mezzo all'oceano. Una vista impagabile che ti restituisce indietro ogni fatica con un regalo speciale da parte della natura. Ora siamo in Portogallo. Ma di questo scriverò un altro giorno. 

Buon vento a tutti. 

I'm here to update these pages after a period of absence. The journey that I was going to take was too mad to talk about it in advance, so I waited. In mid-December, I reached France and after a few days in Bordeaux, I headed down to La Rochelle, a beautiful town on the coast. Here, a sailing catamaran of 13 meters expected us: Moksha. Believe it or not, I decided to cross the Atlantic on a sailing boat, trying to bring more and more forward my limits. I have never sailed long and indeed, I am crazy enough to have taken this decision. However, I made peace with my neurons and I accept even challenges that my brain makes me perform. The crossing began hard right now. The sea in the French Riviera is not the best at this time and I spent Christmas Day in an unusual way. I slept all day outside of the boat, in the stern, inside my sleeping bag and I do not remember much. Then, slowly, my physical condition has improved. We arrived in La Coruna, Spain, to take shelter in a safe marina, after three very challenging days at sea. My most vivid memory of the navigation from France to Spain is one of the sunsets. My first sunsets in the ocean. A priceless view that returns back every effort with a special gift from nature. Now we are in Portugal. But I'll write another day about it. 

Fair winds to all.


You Might Also Like

16 comments

  1. Brava Vale, oltre ai propri limiti!

    RispondiElimina
  2. Alla fine sarà stata una grande esperienza, dura ma unica. Buon vento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto :) dura ma unica! Grazie mille :)

      Elimina
  3. Adorabilmente pazza!! Non vedo l'ora di leggere il resto...dev'essere stata un'esperienza incredibilmente unica, bravissima. Ti sei messa alla prova sfidando i limiti, ti ammiro molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ^-^ spero di sopravvivere :P
      E' un'esperienza unica davvero ^-^

      Elimina
  4. Valotta, l'hai detto e l'hai fatto. Bravissima davvero! Oltre i limiti, nonostante i conati! Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manuelotta, ormai lo sai. Ogni cosa che dico, stupida o avventurosa poi la faccio ^-^ ahahah un abbraccio for youuu :)

      Elimina
  5. Ho passato un'estate a La Coruna, città davvero incantevole, dal cuore grande. ASpetto le tue foto*
    PS: buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manuu, ho conosciuto un sacco di persone adorabili a Capodanno ^-^ mi è rimasta nel cuore :) buon anno carissima!

      Elimina
  6. spettacolare..non c'è bisogno di dire altro..spettacolare questa esperienza..ammetto un pò di invidia..un avventura da sogno

    RispondiElimina
  7. Un piacere seguirti in questa avventura, forza Vale!! Buon vento!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Valentina, eccomi qui :)
    Che meraviglia il tuo blog. L'ho sfogliato per bene e non potevo non commentare qui.
    Ho la passione per la barca a vela e questa attraversata è impressa nel mio cuore da sempre. Che coraggio fantastico che hai avuto!
    Potrei sapere con chi la stai facendo? (intendo come compagnia o scuola di vela. Possiamo sentirci in pvt se vuoi).
    Inoltre amiamo entrambi la Sardegna!
    Grazie per esserti fatta conoscere, è un piacere seguirti.
    Buon vento!
    Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho aiutato uno skipper che doveva consegnare una barca ai Caraibi :) siamo partiti in 5 in modo da dividerci le guardie diurne e notturne. In realtà, io di giorno cucinavo per la crew il più delle volte :) certo, sentiamoci con molto piacere. Mi puoi scrivere un messaggio privato via mail o anche nella pagina fb del blog che trovi facilmente :) buon vento anche te! Adoro trovare altri amanti del mare e del vento :)

      Elimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *