The sound of silence

15:22



"Disse che il mondo poteva solo essere conosciuto per come esisteva nel cuore degli uomini. Perché per quanto sembrasse un luogo che conteneva degli uomini, in realtà era un luogo contenuto nei loro cuori e quindi per conoscerlo era lì che bisognava guardare, e imparare a conoscere quei cuori e per far ciò si doveva vivere con gli uomini e non limitarsi a passare in mezzo ad essi".

Cormac McCarthy


"He said that the world could only be known as it existed in the hearts of men. Because it seemed a place which contained men, it was actually a place contents in their hearts and then, to know it, was there you had to watch, and learn to know those hearts and to do that, you had to live with men and not just passed between them."

Cormac McCarthy




Sono di nuovo in Toscana; ho lasciato nuovamente la Sardegna, impacchettato le mie poche cose per l'ennesima volta e ripreso l'aereo per la terraferma. L'estate sembra essere così lontana... eppure è passato poco tempo dall'ultima volta che sono andata al mare. Quei luoghi che ho visitato una manciata di settimane fa mi navigano ancora nella mente come una barca che non voglio abbandonare. Probabilmente una delle cose che amo di più è la possibilità di aver vissuto per tanti anni in un posto che è fuori dal tempo, con i suoi ritmi, le sue pause, i suoi fragori e le sue dinamiche indipendenti da ciò che succede nel resto del mondo. Un'isola in mezzo al mare è uno dei pochi luoghi che pur essendo immerso nella modernità, riesce a portare avanti le proprie regole di vita e quella concezione di tempo propria che non si può comprendere se non si vive. 

I'm back in Tuscany, I left again Sardinia, packed my few things for the umpteenth time and took a flight to the mainland. Summer seems to be so far away ... and yet it's been a little while since I went to the sea. Those places that I visited a few weeks ago, they still sailing in my mind like a boat that I don't want to leave. Probably one of the things I love most is the possibility of having lived for many years in a place that is out of time, with its rhythms, its pauses, its noises and its dynamics independent of what happens in the rest of the world. An island in the sea is one of the few places that is submerged in modernity but it is able to pursue its own rules of life and this is a conception of time that can not be understood if you do not live there.



Mi manca il rumore del mare, quella serie di suoni creati dalle onde nel momento in cui s'infrangono sulle rocce o sulla spiaggia, o quel leggero brusio del mare mosso dalla brezza, o ancora quel frastuono creato dal mare in tempesta. Mi manca quel silenzio che circonda la mia camera quando la natura tace e viene interrotto  solo da pochi lievi rumori che si propagano da chissà dove. Mi mancano quelle giornate di sole in cui tutto sembra sereno e si sentono delle melodie nell'aria che musicano il tempo e lo rendono leggero e armonioso. Mi manca il soffio del vento che penetra attraverso le foglie degli alberi o attraverso le finestre e produce dei sibili continui e stridenti che rompono il silenzio con una serie di suoni drammatici. Mi manca il momento in cui piove e le gocce cadono sui vetri e si rincorrono fino ad unirsi e diventare una cosa sola. Mi manca la sensazione di sospensione del mattino, in cui la vita stenta a carburare e si evolve flemmatica e prudente in attesa del pomeriggio. 



I miss the sound of the sea, that series of sounds created by the waves when they shatter on the rocks or on the beach, or the slight whispering of the sea driven by the wind, or the noise of the sea created by a storm. I miss the silence that surrounds my room when nature is silent and it is interrupted only by a few slight noises that spread from somewhere. I miss those sunny days when everything seems calm and the melodies in the air set the time to music and makes it light and smooth. I miss the sound of the wind penetrating through the leaves of trees or through the windows producing continuous hissing and jarring that break the silence with a series of dramatic sounds. I miss the time when it rains and the drops fall on the glass and they chase each other up to join and become one. I miss the feeling of suspension in the morning, when life is struggling to get going and evolves phlegmatic and cautious waiting for the afternoon.



Questi suoni scandiscono il tempo meglio di qualsiasi orologio. E' un tempo mentale che viene ritmato dalla consuetudine di vivere a contatto con la propria terra. Quando l'abbandoni vorresti continuare a vivere lo scorrere delle ore come se niente fosse cambiato. Ma fondamentalmente devi trovare una nuova andatura temporale che ti faccia affezionare al luogo in cui ti trovi e ti faccia scovare i rumori abituali e ordinari che accompagnano le tue giornate. Quei rumori poco a poco diventeranno parte di te e della tua vita; come il suono di passi nuovi, il soffiare del vento con differente intensità, il cadere della pioggia più energico o gli strepiti inaspettati provenienti dalla strada. Ogni terra ha i suoi suoni e ogni persona li percepisce in modo personale, li immagazzina e li rende propri. I suoni ti aiutano a sentirti a casa perché si ripetono sempre simili e ti regalano la sensazione che quel luogo sia anche un po' tuo perché ne riconosci i ritmi e le cadenze. 



These sounds mark the time better than any clock. It 'a mental time that is punctuated by the habit of living close to the land. When you leave it, you would like to continue to live that flow of time as if nothing had changed. However, basically you have to find a new temporal gait that makes you become attached to the place where you are and make you find the usual and ordinary noises that accompany your days. The sounds gradually become part of you and of your life as the new sound of footsteps, the blowing of the wind with different intensities, the falling rain more energetic or new unexpected noises coming from the street. Each place has its own sound and each person perceives them in a personal way, stores them and adopt them. The sounds help you feel at home because they always repeat similar and they give you the feeling that this place is a little yours because you recognize the rhythms and the cadences.




Tra un suono e l'altro della città in cui ti trovi c'è una moltitudine di persone nuove, ognuna delle quali porta con se la propria melodia e tra queste devi trovare quelle che si accordano meglio alla tua. Alcune, unite tra loro, stridono, altre vanno ad unirsi melodiosamente creando dei motivi piacevoli, altre fanno fatica ad accordarsi e s'inseguono per legarsi; lottano per incastrare le note una vicina all'altra fino alla tanta sospirata melodia perfetta, la più ricercata ed ambita ma anche più difficile da trovare. Passeggi per strada e hai il mondo a fianco; puoi passare diritto come se vicino a te nulla risuonasse nell'aria o puoi fermarti un attimo a sentire se qualcosa vibra nell'aria e tentare di entrare in quel suono per accordarlo al tuo. Questa è la vita fuori da casa e dalla propria terra. O forse è proprio semplicemente il significato della vita.

Between one sound of the city and another there is a multitude of new people; each of them carries its own melody and among them you have to find  those melodies that harmonize better with yours. Some, join together and clash, others join melodiously, others struggle to tune up; they chase and struggle to fit the notes next to each other in order to create the perfect melody, the most sought and desiderable but also more difficult to find. You stroll down the street and you have the world by side, and you can go right as if nothing resound in the air or you can stop for a moment to listen if something is in the air and try to tun up that sound with yours. This is the life away from home and from your land. Or perhaps it is simply the meaning of life.

In foto: scenari marini mozzafiato nel Sulcis Iglesiente (Sud della Sardegna).
In these photos: breathtaking marine landscapes in the Sulcis Iglesiente (South of Sardinia).

You Might Also Like

22 comments

  1. Bella che sei. E' sempre un piacere leggere le tue parole accompagnate alla tua Sardegna. Aspetto di scoprire altri luoghi anche della tua avventura toscana. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia!Sempre gentilissima :)
      appena esaurisco le foto sarde inizio con quelle toscane :D

      Elimina
  2. grandi verità, un pò dure da girerire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tuttavia ci sono anche molti lati positivi ;)

      Elimina
  3. Davvero bellissime foto, devo proprio tornarci in Sardegna!

    RispondiElimina
  4. Vivere in un posto fuori dal tempo è il più bello dei sogni. Beata te, anche se poi non ti invidio il periodico trauma da risveglio...
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già..ma alla fine ci si adatta anche a quello..e non è poi così male nonostante tutto :)

      Elimina
  5. Interessante questa analogia con la musica. Uno spartito su cui scrivere le note degli incontri fatti durante il tuo passaggio. Chissà quale sarà la mia? Bacio Vale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai tutta una vita davanti per scoprirlo ;D

      Elimina
  6. Ho dato uno sguardo a tutti i post che mi sono persa in questi giorni di mia assenza e sono uno più bello dell'altro.Splendida a la tua isola e le foto attraverso cui ce la presenti.
    Un bacione.
    Erika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE Erika :)))
      gentilissima come sempre

      Elimina
  7. Ciao! Carino il tuo blog! Ti ho invitata a partecipare a un concorso, se hai voglia vieni a sbirciare =) http://magicoviaggio.blogspot.it/2012/09/dimmi-che-senso-ha.html

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia leggerti.. Dove le parole si perdono nella bellezza di queste immagini.
    Io pure provo la stessa sensazione verso il mare e la terra in cui ho passato l'adolescenza: la Sicilia.
    Vaty

    RispondiElimina
  9. Che belle immagini e che belle parole.

    RispondiElimina
  10. Cormac McCarthy is intense. On the road trip last year, one of my friends was attempting to read "The Road." She kept reading it aloud just to annoy another friend of mine. He is difficult sometimes ... admittedly, I struggle with his wisdom, his thoughts. However, I will say this: a place is what we make it to be. My hometown in Iowa is small, a 1,000 people. I can think of many good things about that town, but I can also think of a few negatives. I see it from my perspective, from my experiences. The town may appear different to someone else, may have given them different opportunities and a different perspective. It's a truthful philosophy, really. It's similar to the idea that, today, I may have a GOOD day, while my neighbor, just one house over, could have a BAD day.

    RispondiElimina
  11. Sono nato in sardegna, ed ho vissuto in sicilia, ho viaggiato abbastanza (mai troppo) ma certe sensazioni di quella terra sono davvero speciali e anche se non l'ho mai vissuta da vero "sardo" ha su di me in ogni stagione un potere unico. Comunque non ti lascia mai indifferente. Comprendo perfettamente ciò che scrive Valentina:
    "in un posto che è fuori dal tempo, con i suoi ritmi, le sue pause, i suoi fragori e le sue dinamiche indipendenti da ciò che succede nel resto del mondo. Un'isola in mezzo al mare è uno dei pochi luoghi che pur essendo immerso nella modernità, riesce a portare avanti le proprie regole di vita e quella concezione di tempo propria che non si può comprendere se non si vive".
    Forse per questo cerco sempre di fare vacanze nelle isole, hanno quel sano distacco da tutto il resto che non te le rende mai banali ma che ti porta sempre e comunque in una loro dimensione.
    Anni fa ho girato dei piccoli video in sardegna, fuori stagione e direi fuori dal tempo..3 giorni indimenticabili passati nell'entroterra a scoprire, in una specie di stato di sospensione, una terra che in ogni centimetro aveva qualcosa da dirti, dove ogni borgo, ogni pietra anche la più desolata raccontava di un passato lontano e vicino e comunque tutto da immaginare.. E' un esperienza breve ma intensa che mi porto dietro e che mi ha legato ancora di più alla mia terra di "nascita"..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GrAZIE Giovanni per il tuo bellissimo commento :)
      immagino che quei tre giorni ti siano rimasti davvero nel cuore...e lo capisco :)

      Elimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *