Guardando al futuro / Looking at the future

22:46


L' Estonia è un ex paese Sovietico.
Ha ottenuto per ben due volte l' Indipendenza dall' Urss,
nel 1918 (perduta poi durante la Seconda Guerra Mondiale) e nel 1991.
Negli ultimi 20 anni, questo paese ha fatto grandi passi in avanti.
Nel 2003, attraverso un referendum, il popolo estone ha approvato
 l' accesso dell' Estonia nell' Unione Europea,
mentre il 1 gennaio 2011, il paese ha adottato l' Euro.
Con la Russia non corre buon sangue e non è mistero.
Ho perso il conto delle dichiarazioni pungenti che arrivano
dall'uno o dall' altro paese. In effetti, la Russia ha accettato
mal volentieri la perdita di questo territorio,
ma sopratutto la perdita dell' influenza politica mondiale
che aveva in passato; per questo motivo mantiene un comportamento
scontroso nei confronti dei suoi
ex-territori.  Tuttavia, l' Estonia guarda al futuro e
negli ultimi anni ha puntato all' innovazione tecnologica,
guardando alla Finlandia e Svezia come modelli da imitare.

Estonia is an ex Sovietic county. It got the Indipendence from Urss in 1918,
(lost during the 2nd World War), and then in 1991. During the last 20 years,
this country has taken a lot of steps forward. In 2003, through a referendum,
Estonian people passed the Estonia's entry to European Union
and on the 1st of January 2011, it entered the Euro zone.
The relationship between Russia and Estonia is hard
and it isn't a secret. I have losen the count about the negative
declarations made by both the countries. In effect,
Russia doesn't accept with pleasure the loss of this country,
but above it doesn' accept  all the loss of the ancient influency
in the worldwide politics; for this reason, it holds a grumpy behaviour
towards its ex-territories. However, Estonia is
looking at the future and in the last years
 It has aimed at the technological innovation,
and the best models are Finland and Sweden.


You Might Also Like

8 comments

  1. Ciao Dreamy, grazie di queste utili e preziose informazioni. Io scoperto che l'Estonia è entrata a far parte dell'Unione Europea solo perchè dall'inizio dell'anno, per motivi di lavoro, mi sono trovata a dover registrare documenti estoni in euro, e sorpresa mi sono chiesta il perchè??...non pensavo ci fossero così tanti screzi e rancori con Russia, ma è giusto che un popolo libero decidi come vivere e a chi sentirsi più vicino, penso siano stati anni durissimi quelli passati sotto il comunismo....è ora di guardare giustamente avanti e al futuro...
    Ciao a presto cara

    RispondiElimina
  2. sono ammirevoli gli sforzi di questi paesi che stanno cercando di recuperare (con grandi successi) gli anni più bui della loro storia. Mi piacciono queste informazioni in forma didascalica sotto le foto...un modo per imparare un po' di storia in maniera leggera!

    RispondiElimina
  3. io non conoscevo tutte queste informazioni e neppure dell'adozione dell'euro...
    Così sarà più facile pensare ad un viaggetto....
    Un abbraccio
    mari

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono troppo le foto che hai messo a corredo . . . sono un bellissimo biglietto da visita per l'Estonia!
    *La Papera*

    RispondiElimina
  5. Cara Valentina sai bene quanto apprezzi i tuoi commenti con le tue belle foto. La nomina di "inviata speciale" ti si addice. Penso che ai russi dispiaccia molto aver perso questa parte di terra che si affaccia sul mar Baltico. Ciao bimba
    Ciao Ila ciao Monica

    RispondiElimina
  6. Davvero interessante1 Penso che non ci sia modo migliore epr garantirsi un futuro libero che quello di puntare su se stessi, cercando modelli positivi da seguire e superare.

    RispondiElimina
  7. Volevo aggiungere che la tua nuova foto sottotitolo sprizza gioia ed energia da tutti i pixel.

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutte per i commenti: sn sempre ben graditi!E grazie x i complimenti per le foto: mi fanno davvero piacere :)

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *