Il mondo subacqueo di Cala Tinnari

11:10


"Tu mi portasti un po’ d’alga marina nei tuoi capelli, ed un odor di vento,
che è corso di lontano e giunge grave d’ardore..."
Dino Campana


I luoghi migliori si raggiungono a piedi, col sole in fronte, il sudore che abbraccia ogni parte del tuo corpo, impregnando anche canottiere e zaino. Si scende lungo un sentiero per una trentina di minuti, cercando di guadagnarsi l'ombra al primo accenno di vegetazione più alta. Il premio finale però, vale l'insolazione. Una spiaggia solitaria avvolta da scogliere granitiche e sormontata dal monte Tinnari. Il mare azzurro lascia spazio all'esplorazione di fondali meravigliosi dove ogni anfratto nasconde un mondo magico. 


Rocce coperte da ricci e vegetazione marina. Pietre tondeggianti  che si riflettono sull'orlo del mare. Pesci che sbucano da ogni parte. L'estate sembra lontana ma tutto questo accadeva poco più di due settimane fa. Ora il clima è più fresco e il vento è sempre ben presente per raffreddare l'ambiente, ma sono certa che la Sardegna ci regalerà qualche altra giornata di mare prima che arrivi definitivamente l'autunno.


Sott'acqua si sta bene. Non si sentono rumori nè parole ma solo un suono dolce che ti fa compagnia. Il corpo risulta leggero e fluttua guidato dal movimento del mare. Puoi farti trascinare liberamente senza opporre resistenza e goderti lo spazio silenzioso. C'è vita là sotto anche dove non si può vedere, Vi sono esistenze che a volte, nemmeno notiamo. Interazioni continue che il nostro occhio non può percepire. Improvvisamente ci si trova immersi in un luogo a cui non si appertiene, influenzando con la nostra presenza l'ambiente circostante. Ci si impregna di una luce nuova, quella dei raggi che oltrepassano l'acqua e la illuminano. E quando torniamo sulla terraferma, qualcosa di quel mondo rimane a farci compagnia.

"Quando lasciamo il mare non lo lasciamo mai del tutto. 
La sua luce resta impigliata nei capelli, nelle sfumature della voce, nella morbidezza della pelle. 
Devono passare alcuni giorni prima di perderlo."
Fabrizio Caramagna



Per raggiungere Cala Tinnari:



Seguire le indicazioni per Cala Rossa, quindi per l'Hotel Tinnari. Parcheggiare l'auto lungo la strada non asfaltata e procedere con la discesa.


You Might Also Like

7 comments

  1. Ciao, il mondo subaqueo mi ha sempre affascinato anche se purtroppo ho avuto pochissime occasioni per scoprirlo. Queste foto sono davvero bellissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :) quando ne avrai l'occasione, vieni in Sardegna. Ci sono tanti bei fondali :)

      Elimina
  2. Peccato che io abbia paura di mettere la testa sott'acqua...
    Ps. Il libro della colombia ho visto che su IBS è disponibile nuovo a €4,50

    RispondiElimina
    Risposte
    1. peccato davvero. Magari col tempo, un giorno :)
      Allora me lo procuroooo :D

      Elimina
  3. Ti ringrazio per la graditissima visita.
    Mi complimenti per le bellissime foto che apprezzo molto
    da fotografo e da sub.
    A presto
    Maurizio

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *