Sri Lanka, tra business e amicizia

22:31

Sri Lanka pesca


"L'antropologo parla di quel che ha sotto gli occhi: città e campagne, colonizzatori e colonizzati, ricchi e poveri, indigeni e immigrati, uomini e donne; e parla, ancor più, di tutto ciò che li unisce e li contrappone, di tutto ciò che li collega e degli effetti indotti da questi modi di relazione."
 Marc Augé

Lo Sri Lanka è quel tipico stato asiatico in cui provi da subito la sensazione di non essere solo. Il carattere estroverso dei suoi abitanti è un aspetto che si nota fin dai primi approcci con la popolazione. Al nostro arrivo in barca nella piccola e desolata marina di Galle per esempio, ricordo ancora decine di persone che si godevano lo spettacolo dell'ormeggio e in seguito, con tanto di sedie portate da casa, stavano lì per ore ad ammirare la fantastica fattura del catamarano. Fantastica perché la osservavano con tale enfasi che sembravano quasi dei bambini alle prese con un giocattolo nuovo. Anche le strade pullulano di persone che cercano di fare amicizia con i turisti, un po' perché gli stranieri sono il loro business preferito, un po' perché sono individui molto curiosi ed amanti del diverso. Un giorno mentre cercavamo di raggiungere la città a piedi, evitando il solito tour con i tuk tuk nei luoghi più turistici, mi sono imbattuta in una scena molto interessante. Il ritiro delle reti da pesca a fine giornata. 

Sri Lanka

Sri Lanka

Impossibile non sentire l'odore del pesce che proveniva da questi banchetti situati in riva al mare. Il caso ha voluto che passassimo di lì proprio nel momento in cui, alcuni pescatori ritiravano a mano le reti. Alcuni stavano in acqua immersi fino al busto, altri invece, tiravano queste immense reti in fila indiana lungo la spiaggia. Non tutti ci mettevano impegno. Qualcuno sembrava crederci di più, altri sembravano lì più per far numero che per aiutare davvero. In questa scena ho intravisto un importante lato caratteriale di questo popolo. Il senso di coesione umana. Le persone si aiutavano l'un l'altra. Alcuni uomini che transitavano nella strada adiacente la spiaggia, fermavano i loro mezzi e si avvicinavano ad aiutare o semplicemente ad osservare le operazioni. Nel giro di dieci minuti la spiaggia si era riempita. Un folto pubblico di donne, bambini, uomini giovani e più anziani. Stavano tutti lì, insieme, come se la loro presenza fosse di supporto al lavoro dei pescatori. Anche noi ci siamo fermati con loro per più di mezz'ora, rapiti da questa scena, tanto banale quanto speciale. 

Sri Lanka spiagge
Sri Lanka spiagge
Sri Lanka spiaggia

Il popolo dello Sri Lanka è molto attaccato all'idea di famiglia e di cura dei rapporti interpersonali. Non è raro che una persona divida il ricavato del proprio lavoro con molti altri parenti, anche non strettissimi, o con vicini di casa in difficoltà. Ed è per questo motivo che anche la pesca, una delle maggiori fonti di sostentamento lungo la costa, si trasforma in un'occasione di aiuto reciproco. Il bottino in realtà, è stato talmente scarno che mi sono chiesta se ne valesse davvero la pena di tirare quelle reti appesantite dall'acqua per più di un'ora. La risposta che mi è venuta in mente è stata che forse queste vecchie tradizioni sono la forza di questi paesi. Qualcosa che aiuta il popolo a mantenere i valori del passato, in un mondo, il loro, che si sta affacciando al turismo di massa e alle sue logiche non sempre "umane". Il violento tsunami del 2004 ha distrutto molte attività e case e causato moltissimi morti, circa quarantamila. Inutile dire che questo evento ha messo in ginocchio l'economia del paese e il turismo, viene visto oggi come un'ancora di salvezza da non sottovalutare. Tanto che ad ogni angolo di strada troverete qualcuno pronta a vendere qualsiasi servizio in base alle vostre esigenze. Intraprendere un tour dei luoghi più suggestivi, fornire un passaggio per andare a fare la spesa, iniziare un qualsiasi business di qualunque genere con voi. Chiedete e vi sarà dato. A volte non dovrete neanche chiedere perché loro vi anticiperanno. Una sorta di invadenza a tratti piacevole, a tratti "per favore, basta parlare di business". Le motivazioni alla base di questo comportamento sono molteplici: l'idea che il turista sia una miniera d'oro da spennare e allo stesso tempo, la voglia di conoscere quello stesso turista, facendogli tante domande che denotano un reale interesse per la sua vita. Sembrano aspetti in disaccordo tra loro ma qua, coesistono in totale naturalezza ed è interessante, osservare queste persone, le loro trattative, il loro amore per i soldi, e allo stesso tempo, la loro morbosa curiosità sugli aspetti della tua esistenza. 

Sri Lanka spiaggia
Sri Lanka spiaggia
Sri Lanka spiaggia
Sri Lanka spiaggia

Non è un popolo noioso questo o timido. E' un popolo logorroico (soprattutto gli uomini), curioso, intraprendente anche a costo di sembrare inopportuno, sempre pronto a giocare nuove carte, amichevole e spesso generoso. In Sri Lanka lavorano lentamente e sono spesso disorganizzati ma si propongono comunque, per lavorare o per far finta di farlo e si impegnano molto nel fingere. Una complessità caratteriale che prevede aspetti incoerenti tra loro ma che qua, coesistono in un'armonica disarmonia. Paese interessante, spesso divertente, da conoscere meglio e da osservare con occhio attento. 

Sri Lanka bambini

You Might Also Like

0 comments

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *