Esplorare Venezia a piedi ✿ Walking in Venice

10:59



"La gondola nera, slanciata, e il modo in cui si muove, lieve, senza rumore alcuno, ha qualcosa di strano, una bellezza da sogno, ed è parte integrante della città dell'ozio, dell'amore e della musica."
Hermann Hesse

"The black gondola, slender, and the way it moves, mild, without any noise, has something strange, a dreamy beauty, and is an integral part of the city of idleness, love and music."
Hermann Hesse




Ho trascorso una mattinata per le vie di Venezia senza mappa e senza avere la più pallida idea di dove stessi andando. Ho deciso di girarla così, seguendo l'ispirazione e meravigliandomi di ogni luogo stupendo in cui mi imbattevo. La passeggiata è iniziata subito alla grande, con un colpo di scena senza senso di quelli che amo. Una donna, bionda e trafelata, voleva bloccare la celebrazione di un matrimonio e mi ha chiesto indicazioni per raggiungere un misterioso posto in cui una coppia stava per provare l'ebbrezza di "Beautiful" con questo ingresso a sorpresa. Peccato la donna fosse troppo veloce per essere rincorsa, spinta come era dalla forza dell'amore e dell'inquietudine. Spinta in tutti i sensi. Si è lanciata su un vaporetto in partenza come un leone su un'antilope.

I spent a morning in the streets of Venice without a map and without having the faintest idea where I was going. I decided to follow the inspiration and admire every beautiful place I found. The walk began immediately at the best, with a no sense twist of those I love. A woman, blonde and out of breath, wanted to stop the celebration of a marriage and asked me the directions to reach a mysterious place where a couple was about to experience the thrill of "Beautiful" with this entry by surprise. Too bad she was too fast to be run, as she was driven by the power of love and concern. She jumped on a departing ferry like a lion on an antelope.


Il mio primo grande stupore l'ho dedicato alle gondole. Questo mezzo di trasporto così originale, elegante e leggiadro. Si può rimanere in stato di ammirazione per molto tempo mentre queste imbarcazioni solcano silenziosamente il canale. In realtà, producono un rumore lieve e riconoscibile, dell'acqua appena smossa dai remi e prestando attenzione si può riconoscerlo mano a mano che la gondola si avvicina e capire se, da qualche piccolo canale, sta per sbucarne una.

My first big surprise was dedicated to the famous gondola. This means of transport so original, elegant and graceful. You can stay in a state of admiration for a long time while these boats ply silently the channel. In fact, they produce a faint and recognizable sound, the water just stirred by oars and if you give ear, you can recognize it, as the gondole approaches and understand if one of them is going to come out from some little canal.


I parcheggi delle gondole fanno sorridere. Confinate tra pali di legno e vigilate dai gabbiani, aspettano quiete l'arrivo di qualche turista che vuole percorrere la città navigando le sue acque.

The parking of the gondole make you smile. Confined between wooden poles and supervised by seagulls, quietly await the arrival of some tourist who wants to see the city by navigating her waters.


Venezia è una città ricca di storia. Come scrisse Goethe in "Viaggio in Italia":
 
"La laguna è opera antica della natura. Dapprima la marea, il riflusso e la terra in azione reciproca, quindi il progressivo abbassamento delle acque preistoriche, fecero sì che all'estremità superiore dell'Adriatico si formasse una considerevole zona paludosa, che, dopo esser stata sommersa dall'alta marea, viene parzialmente lasciata libera dal riflusso. L'arte umana s'impadronì dei punti più eminenti, e così nacque Venezia, collegando in sé cento isole, circondata da cento altre."
 
A Venezia vi sono palazzi bellissimi che si specchiano nell'acqua dando vita ad una doppia suggestione. La loro costruzione, anticamente, fu affidata ai più prestigiosi architetti, che diedero vita da una sorta di competizione per progettare il palazzo più bello, meglio collocato o più alto.

Il mio percorso è partito dal Ponte di Rialto ed è proseguito attraverso vie più o meno conosciute che mi hanno condotto a scoprire via via nuove meraviglie.


Venice is a city rich in history. As Goethe wrote in "Italian Journey":

"The lagoon is the ancient work of nature. At first the tide, the ebb and the land in reciprocal action, then the progressive lowering of the prehistoric water, caused that in the upper part of the Adriatic was formed a considerable swampy area, which, after having been submerged by the high tide, is partially vacated by the ebb. Human art took hold of the most eminent, and for this, Venice was born, linking herself hundred islands, surrounded by a hundred others."

In Venice there are beautiful buildings that reflect themselves in the water, creating a double suggestion. Their construction, originally, was entrusted to the most prestigious architects, who gave birth to a sort of competition to design the more beautiful, better placed or higher building.

My journey started from the Rialto Bridge and continued through streets more or less known that led me to discover gradually new wonders.



L'aspetto che ho amato di più è la presenza di tanti minuscoli canali sormontati da piccoli e graziosi ponticelli che rendono le vie molto poetiche e romantiche.

The thing that I loved most is the presence of many tiny canals topped by charming little bridges that make the roads very poetic and romantic.




Oltrepassato il Ponte Giustinian, ho sormontato il Ponte dell'Accademia da cui ho potuto ammirare il Canal Grande in tutta la sua bellezza.

After crossing the Giustinian Bridge, I topped the Accademia Bridge from where I could see the Grand Canal in all its beauty.


Il color giallo-ocra del Palazzo Cavalli Franchetti non riesce a rubare completamente la scena alla Basilica della Salute che si può scorgere nella parte finale del Canal Grande. Quest'ultimo, lungo ben 3800 metri, è il canale più lungo della città. La percorre dividendola in due parti tracciando un percorso che delinea una S rovesciata. I quartieri alla sua destra vengono chiamati "de citra", quelli sulla riva sinistra, "de ultra". Ciascuna delle due zone è composta da tre Sestrieri: San Marco, Castello e Cannaregio su una sponda e Santa Croce, San Polo e Dorsoduro, sulla sponda opposta. Sei Sestrieri in tutto, che vengono rappresentati anche nei pettini anteriori in ferro delle Gondole.

The yellow-ocher of the Palazzo Cavalli Franchetti fails to completely steal the limelight to the Basilica della Salute which can be seen at the end of the Grand Canal. The latter,
3800 meters long, is the longest canal in the city. It divides the city into two parts by tracing a path that outlines a reversed S. The neighborhoods on the right are called "de citra", those on the left bank, "de ultra". Each of the two zones is composed of three Sestrieri (areas): San Marco, Castello and Cannaregio on either side of Santa Croce, San Polo and Dorsoduro, on the opposite bank. These six Sestrieri are also represented in the front iron combs of the gondole.


La laguna è attraversata da numerosi mezzi: gondole, barche di vario genere e i famosi "vaporetti", i corrispondenti lagunari del nostro autobus urbano. Questi solcano le acque della città dal 1881, anno in cui nacque il trasporto pubblico veneziano.
 
The lagoon is crossed by numerous means: gondolas, boats of various kinds and the famous "vaporetto", the corresponding of our city bus. These ply the waters of the city since 1881, the year the Venetian public transport was born.


Ho avuto la fortuna di finire per caso nella zona di Dorsoduro, percorsa in lungo e largo, fino a finire la forza nella gambe. Ho percorso la via che si affaccia sulla laguna e sono andata alla scoperta degli anfratti più interni.

I was lucky enough to end up in the area of Dorsoduro, explored length and breadth, up to finish the strength in my legs. I walked the street facing the lagoon and I went to discover the innermost recesses.


Sono giunta alla fine in Piazza San Marco, gremita di turisti. dove ho potuto ammirare il Campanile e la Basilica col suo meraviglioso frontone.

Finally, I arrived in San Marco Square, crowded with tourists. where I could admire the Bell Tower and the Basilica with its wonderful pediment.


Ho apprezzato moltissimo la Torre dell'Orologio, edificio rinascimentale al lato della Basilica. Non è meraviglioso il quadrante dell'orologio in smalto blu ed oro? Segna ora, giorno, fasi lunari e zodiaco. Ne vorrei avere uno in miniatura da portare sempre con me.

I loved the Clock Tower, Renaissance building at the side of the Basilica. The clock face is wonderful with its blue and gold enamel. It marks hour, day, moon phases and zodiac. I'd like to have a miniature to take with me.


Un ulteriore sguardo alle gondole. Qualche passo qua e là per scoprire nuove vie e sono pronta a rientrare al b&b Cà Dor per riposarmi dopo ore di estenuante (ma meravigliosa) passeggiata.
 
A further look at the gondolas. Some step here and there to find new ways and I am ready to return to my b&b Cà Dor to rest after hours of grueling (but wonderful) walk.



"Venezia; beltà lusingatrice e ambigua – racconto di fate e insieme trappola per i forestieri."
ibid.

"Venice; flattering and ambiguous beauty - fairy tale and a trap for the strangers."
ibid.




You Might Also Like

35 comments

  1. La prima foto è incantevole, e il blog "restaurato" mi piace un sacco! Arioso e accessibile. Brava Vale*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu :) ho cambiato un sacco di templates prima di trovare quello giusto :D

      :*

      Elimina
  2. meraviglioso! le foto, le parole, la luce, le citazioni, le descrizioni.....il "perdersi" in tanta bellezza
    anche io amo perdermi per Venezia, lasciarmi guidare dai sensi....seguire un'ombra, una gondola, una strettissima calle
    e ritrovarmi in una piccola piazzetta chiusa o al limite dell'acqua....e andar per bacari ;)
    grazie per avermi regalato qst sognante passeggiata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Chiara per questo bellissimo commento :)

      Elimina
  3. Venezia è sempre Venezia. Per il turista ha il suo fascino e forse un piccolo desiderio di viverci. Purtroppo è solo fumo. Ho un amico di famiglia che vive a Venezia da anni. Purtroppo a parte nelle ore di turismo poi la città di spegne. Non offre assolutamente nulla di nessun tipo e vivere è carissima perchè qualsiasi cosa ordini deve venire portato a mano o con il motoscafo. Ad esempio un frigorifero che puoi trovarlo a 300 euro e siamo caretti ti costa il doppio perchè viene calcolato anche il ritiro dell'usato e questo è solo una piccola cosa. Negozi per il turismo di qualsiasi genere non sono per i veneziano e si acquista direttamente sui barconi per avere un pò di ...buon prezzo o al mercato quello visibile anche ai turisti. Tutto molto umido l'interno delle case, quasi in nessuna cìè l'ascensore e non sono a 1 piano ma arrivano anche a 4-5 e la maggioranza sono persone anziane. I giovani non rimangono li e presto saranno ancora meno nel centro storico arriviamo a malapena a nemmeno 60.000 poi sono sparsi un pò nell'estuario e nella terraferma. L'unica cosa bellissima l'assenza delle macchine e quindi lo smog ma per il resto gambe buone, resistenti, respiro perfetto e calzoni di gomma fino a sotto le ascelle. Buona settimana ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige,
      sai tutto questo l'avevo intuito. Ho avuto la possibilità di girare una parte di Venezia con una guida molto brava e ci ha raccontato anche la Venezia quotidiana fatta di difficoltà da affrontare (come per l'esempio l'acqua ma anche l'umidità) e le varie modifiche che bisogna fare nelle case e nei canali. Infatti credo sia una città di cui ti innamori quando ci passi pochi giorni, viverci di sicuro è un'altra cosa. E bisogna fare i conti con tante cose. Di siuro, a vederla così, fugacemente, rimane una città bellissima, tra quelle che ho adorato di più finora ^^
      Buona serata :)

      Elimina
  4. Anche io la visiterei così, senza aver idea di dove andare. Le tue foto sono sempre un incanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, visitarla ad ispirazione è divertente e si scoprono tanti anfratti carini ^^
      Grazie mille Lilli :)

      Elimina
  5. Incantevole Venezia, le foto e il tuo post su questa magnifica città!!!

    The Princess Vanilla

    RispondiElimina
  6. che belle queste fotine Valotta :)
    Quando sei andata via, ho fatto più o meno lo stesso percorso sai?

    p.s.è stato bello scoprire Venezia con te! Con quella sensazione di non sapere dove si sta andando... di voler scendere ad ogni fermata del vaporetto.. con la mia totale idiozia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dico solo questo:

      - "Sediamoci qui così ci facciamo il viaggio in vaporetto con vista laguna".
      Passa qualche minuto.
      - "Potete salire sul vaporetto".
      Noi: -"Ah, non eravamo già sul vaporetto?".
      Ed era la sala d'aspetto ahhahahhahahah

      Manu :*

      Elimina
  7. Quanto mi piacevano i ponticelli di Venezia! Queste foto sono bellissime! Bravissima! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adorabili, ti do ragione ^^
      Grazie mille Ilaria :) :) :)

      Elimina
  8. Venezia è sempre Venezia.. Nella l'idea di girare senza mappa Valentina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è molto bello poterlo fare a Venezia; anche perché ovunque vai trovi qualcosa di bello, quindi non sbagli :)

      Elimina
  9. L'orologio blu e oro è davvero molto bello, ma del resto come tutte le altre foto... come sempre sei bravissima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho adorato l'orologio. Dal vivo è stupendo ^^
      Grazie mille :*

      Elimina
  10. Mai stata a Venezia eppure la voglia di poterla vedere un giorno è enorme!Magari potessimo realizzare questo sogno. In quanto alle foto , lo so , sarò una delle tante voci del coro , ma sei a dir poco eccezionale , questi scatti sono meravigliosi Vale , mille volte brava!E' un piacere viaggiare in giro per il mondo con i tuoi bellissimi reportages .
    P.S.: Domanda da un milione di dollari da parte di chi ( come me) , il computer sa solo accenderlo: mi spiegheresti , se non è un disturbo , come aggiungere la P del Pinterest sulle foto per poi pubblicarle sulla mia pagina ( pinterest ) personale ? Mi ci sbatto la testa da mesi e , scema come sono , non sono ancora riuscita a capirlo....e vabbè!Frattanto ti dispiace se aggiungo alla mia collezione anche i tuoi scatti???Sono meravigliosi!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Venezia è un incanto :)
      Grazie mille per i complimenti ^^ mi ha fatto molto piacere leggere il tuo commento *-*
      Aggiungili pure alla tua collezione, non problem ^^

      p.s. la possibilità di condividere su Pinterest mi è stata data in automatico dal template che ho scelto, se no nemmeno io avrei saputo aggiungere l'opzione :-/

      Elimina
  11. Venezia, senza mappa e piedi = perdersi. Perdersi a Venezia è una delle cose più belle che si possano fare, noi lo facciamo sempre quando ci andiamo e nonostante abitiamo a neanche 1 ora di strada, ci perdiamo sempre ugualmente :-D! Si ok, un pò apposta lo facciamo eh !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahha anche io! Anche quando sento la sensazione che mi porta a pensare "ok, a breve mi perderò...", continuo a camminare a caso :D

      Elimina
  12. Sono stata a Venezia da piccolina, e a parte un brutto ricordo con i piccioni, mi piacque moltissimo. Ora, dopo tanto tempo, la guardo con occhio diverso, più consapevole. Mi piacerebbe fare una "passeggiata" tra i canali e ricordarmi la bellezza che ho visto allora! E anche guardarla con gli occhi di Shakespeare, che ci ha ambientato Il Mercante! :)
    Mi piace moltissimo il tuo blog! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I famosi piccioni :D cosa è successo? Io non ne ho visto molti, forse si sono rotti le scatole di Venezia e se ne sono andati, o forse erano solo in ferie quel giorno :D Grazie mille ^^

      Elimina
    2. Ero in modalità 'diamo da mangiare ai piccioni' e mi sono volati a decine tutti addosso. Un incubo! Da quel giorno ho il terrore!

      Elimina
    3. Come la signora mendicante di Mamma ho perso l'aereo? :D
      Ogno volta che penso i piccioni, penso a lei ^^

      Elimina
  13. Venezia, bellissima col sole, e con un accenno di nebbia, sempre magica. Proprio come l'hai catturata tu :)
    E la donna bionda che voleva fermare il matrimonio?? Ahahha :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una scena alla Beautiful Pam :D ahhaha
      Grazie cara ^^

      Elimina
  14. è una città estremamente affascinante

    RispondiElimina
  15. Stupenda Venezia, ci siamo conosciute in una città meravigliosa ^^ ! E, come dici tu, a Venezia è bello perdersi, girare senza mappa e scoprire ogni angolino nascosto. Bellissime foto Vale, a presto :) !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii, è vero; ci siamo conosciute in una città bellissima :) e ci rivedremo prestissimo ^^
      Grazie Ele :)

      Elimina
  16. Prima della mia partenza per Venezia mio padre mi disse che la cosa più bella di questa città era, per lui, sentire il rumore dei propri passi, quando cammini di sera per vicoli sconosciuti.
    Sono partita con la curiosità di verificare se fosse vero.
    E anche a me ha dato quest'impressione: di notte Venezia diventa deserta e, forse anche per questo, più magica ancora.

    Se ti interessa, qui c'è il mio post su Venezia, con le mie foto.
    Spero tu non lo prenda come spam: a me fa sempre piacere avere la possibilità di ammirare, con altri occhi, posti che io ho guardato in modo diverso, infatti ho guardato con molto interesse le tue foto :)
    Ho pensato che questa cosa avrebbe potuto far piacere anche a te :)

    Buona domenica :)

    Giulia ☀
    PolaroidLover

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo a segnalarmi il tuo articolo ^.^ Anche io l'ho trovata speciale, soprattutto di notte. L'atmosfera è magica. Non c'è nessuno ed è raro trovare una grande città d'arte quasi completamente deserta :) vengo a leggerti anche se dovrò scovare l'articolo dato che non visualizzo il link, forse blogger l'ha bloccato :/

      Elimina
    2. Cattivo blogger! :P
      Ad ogni modo se passi dal mio blog http://polaroidlover.tk (spero che non blocchi anche questo) e cerchi "Venezia" lo trovi subito :)

      È vero. Ben poche città d'arte si svuotano così tanto di notte, aumentando ancor di più la loro magia :)

      A presto :)

      Giulia ☀

      Elimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *