Memorie indiane ✿ Indian memories

15:09


"Seminate un’azione, raccoglierete un’abitudine.
Seminate un’abitudine, raccoglierete un carattere.
Seminate un carattere, raccoglierete un destino."
Shivânanda

"Sow an action, reap a habit.
Sow a habit, reap a character.
Sow a character, reap a destiny."
Shivânanda


A volte trascorrono anni prima di scovare nei propri cassetti ricordi preziosi appartenenti a svariati anni. Li rispolveri con la stessa cura con cui maneggi uno scrigno che nessuno apre da tempo. Sai già che conterrà un tesoro e quindi ti gusti il sapore della scoperta, riassapori l'emozione che di colpo riaffiora nella mente e riporta alla luce visi, sorrisi, giornate faticose ma divertenti, paesaggi lontani, immagini d'un tempo vissuto pienamente. La memoria è una buona alleata ma la carta conserva le impressioni come il marmo preserva le forme e di colpo tutto appare più vivido, più luminoso, più vicino. Rileggi parole, rivedi il tuo destino: l'ideale che guida la tua vita nel profondo, come un sentiero ingarbugliato che nonostante tutto rimane sempre la tua prima scelta. Ecco un estratto di quel semplice insieme di fogli che portai con me in India e un video tanto semplice quanto significativo di quello che può succedere dall'altra parte del mondo e dei legami di gioia che si possono creare in una afosa ma felice giornata da Agosto.


Sometimes we spend years before finding in our drawers precious memories belonging to several years. You brush them with the same care with which you ride a treasure that no one opens by time. You already know that it contains a treasure and then you taste the flavor of the discovery, the emotion that suddenly emerges in your mind and brings to light the faces, smiles, fun but tiring day, distant landscapes, images of a time lived fully. The memory is a good ally but the paper retains impressions as marble preserves the shapes and suddenly everything seems more vivid, brighter, closer. Reread words, review your destiny: the ideal that guides your life in the deep, like a tangled path that always remains your first choice. Here is an excerpt of that simple set of sheets that I brought with me in India and a video, as simple as significant, about what can happen on the other side of the world and abut the bonds of joy that you can create in a hot and humid but very happy day of August.





India, 3 Agosto 2007

"Nel pomeriggio in uno dei villaggi in cui siamo andate hanno preparato uno spettacolo di danza per noi! Appena siamo arrivate si sono privati delle loro panche colorate per farci sedere, mentre tutti loro stavano in piedi o per terra. Incredibille il senso di ospitalità che hanno queste persone, non hanno quasi nulla ma per farti sentire a tuo agio si privano di quel poco che hanno! Lo spettacolo è iniziato con alcuni bambini che si sono scatenati su musiche indiane ma anche occidentali! Poi le donne si sono esibite in una danza tipica con delle particolari nacchere! Durante lo spettacolo ho fatto amicizia con dei bambini del villaggio; ci esprimevano un po' a gesti, un po' con le poche parole della loro lingua che conoscevo (il dialetto telegu), un po' in inglese! Hanno cercato di insegnarmi a fischiare in un modo strano che usavano loro e io gli ho insegnato a schioccare le dita! Se non ci riuscivano gli facevo sfregare le mani con forza sui pantaloni, come se fosse una magia, e poi li invitavo a riprovare! La forza della suggestione faceva si che ci riuscissero! Era divertente! Stavano ridendo come matti e ad un tratto il maestro li ha allontanati da me con la bacchetta credendo che mi stessero disturbando!Nonostante tutto non si sono arresi, da lontano cercavano di farsi notare da me schioccando le dita di continuo e non si sentiva altro che schiocchi e risate! Prima di andare via sono venuti a dirmi in inglese che ero "wonderful" e "beautiful" e una "special friend"; sono bastate poche ore per diventare speciale ai loro occhi! Il bello è stato quando stavamo lasciando il villaggio, poiché si sono messi a rincorrere la jeep, schioccando le dita come gli avevo insegnato e urlando il mio nome con tutta la forza di cui erano capaci! Il fatto è che parti per un'avventura che pensavi non fosse fatta per te..e poi improvvisamente scopri che in realtà il tuo destino era proprio quello: partire e accorgersi che non potevi essere in un posto migliore!"

India, August 3rd 2007

"In that afternoon we went to the villages where people prepared a dance show for us! As soon as we arrive they offered us their colored benches to sit down while they were all standing or on the ground! It's incredible the sense of hospitality that these people have: they have almost nothing but they try to offer us their little things! The show began with some children who danced on Indian music! Then the women have performed in a dance with typical castanets! During the show I made friends with the children of the village, we spoke with gestures, with a few words of their language I knew (the Telugu dialect) and finally in English! They tried to teach me to whistle in a strange way they used and I taught him to snap his fingers! If they could not, I made him rub his hands firmly on his pants, as if it were a magic, and then inviting them to try again! The power of suggestion made that we will succeed! It was fun! They were laughing like mad and suddenly the teacher turned them away from me with his wand, believing that they were disturbing me! Despite this they did not give up, trying to get noticed from a distance, they continued snapping his fingers and we could hear only snaps and laughter! Before leaving they came to me and they told me in English that I was "wonderful" and "beautiful" and a "special friend"! I need only a few hours to become special! Amazing! The great thing was when we were leaving the village, since they started chasing the jeep, snapping his fingers as I had taught and yelling my name with all the force they were capable of! The fact is that you start an adventure that you thought it was not made for you .. and then suddenly you discover that your destiny was just that: you have to leave and fell that there wasn'ot other place you rather be! "



Questo post partecipa al concorso organizzato da www.magazineculture.org per candidarsi al "Blogger Forum Universale delle Culture". Se come me amate i temi dell'interculturalità e dello sviluppo sostenibile, date un'occhiata agli appuntamenti della manifestazione e esplorate gli articoli proposti sul sito web.

This post is taking part in the competition organized by www.magazineculture.org for applications in the "Blogger Universal Forum of Cultures". If you love the topisc of human diversity and sustainable development, take a look at the appointments of the events and explore the articles proposed on the website.

You Might Also Like

13 comments

  1. Come sono dolci tutti quei punti esclamativi nella parte ripescata dal diario!
    Si intuisce proprio quanto sia stato formativo per te, lo capisco.
    Bella pratica ripescare nostre vecchie parole dal passato, possono scoperchiare veri e propri vasi di Pandora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto :D ho un diario per ogni viaggio importante che ho fatto. Ogni tanto li rileggo! Ho scritto cose profonde ed altre ridicole che, ancora oggi, mi fanno morire dal ridere .D

      Elimina
  2. nessuna "recensione" "solo" un : )

    RispondiElimina
  3. Che bello questo post! E mi poiace molto la citazione che hai messo all'inizio: riassume ciò che penso della vita e del destino di ognuno di noi. Continua con le tue passioni!! Prima o poi in India andrò anch'io... ne sono sempre stata attratta, ho anche vissuto a un passo dall'India per due anni, ma alla fine non ho mai fatto quel passo.
    Buona giornata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai vissuto comunque in posti fighissimi e ti ho letta sempre così *-*
      Grazie per aver scritto quel bellissimo articolo sul tuo blog :) l'ho trovato meraviglioso!

      Elimina
  4. Che bello, dev'essere il genere di viaggio che ti cambia..
    A presto :*

    RispondiElimina
  5. Deve esser stata un'esperienza bellissima. Sto leggendo un libro sull'India.. credo sia un paese che ti cambi per davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo tutto :) esperienza bellissima e rivoluzionaria :)

      Elimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *