Exploring Tallinn

01:01


La piccola e fredda Estonia, entrata da poco nell’Eurozona, è un paese di cui si sa davvero poco. Spesso e volentieri si tende a considerare questo stato un territorio della Russia, scatenando le ire di quegli abitanti che ci tengono parecchio alla propria identità storica e culturale. Dal 1991 l’Estonia è un paese indipendente, in piena fase di crescita e con una gran voglia di mettersi in mostra. Inoltre, questo stato è la patria di Skype e punta le sue carte migliori proprio nel campo dell’informatica. I suoi abitanti amano il computer e la tecnologia e per questo motivo trovare una rete wireless gratuita è possibile praticamente ovunque. Per chi non lo sapesse da aprile 2011, l’Estonia è diventata magicamente più vicina; infatti, la capitale Tallinn si può raggiungere con il volo diretto Ryanair da Bergamo (Orio al Serio) e il volo dura circa tre ore. L’aeroporto si trova a quindici minuti dal centro e potete raggiungerlo col taxi o se volete risparmiare, con l’autobus numero 2 (la fermata si trova nei pressi del famoso Hotel Viru) al prezzo di una normale corsa urbana.Per quanto riguarda il fuso orario, l’Estonia è avanti di un’ora rispetto all’ Italia.


La capitale Tallinn è un vero e proprio gioiello storico e le sue antiche mura sono tra le meglio conservate in Europa. Passeggiare nelle vie del centro storico è come essere catapultati nel Medioevo grazie al perfetto stato di conservazione degli edifici e non solo; per tutto l’anno giovani estoni in abiti storici (anche nei momenti più freddi dell’inverno) v’inviteranno a entrare nei locali a tema per i quali lavorano decantandone le doti o proponendovi assaggi di cibi tipici. Tra i ristoranti più suggestivi troviamo l’Olde Hansa e il Peppersack (proprio dietro la Piazza principale del centro storico, ovvero la Piazza del Municipio) in cui potrete godere degli antichi sapori estoni in un ambiente storico affascinante: luci soffuse, mobilio antico, candele e camerieri in costumi d’epoca. Tra i cibi tipici troviamo il pane di segale, le zuppe di carne o pesce, le patate, il maiale arrosto e le salsicce, nonché vari intrugli ricavati dai latticini (impossibile sapere quale sia la traduzione di certi cibi).  Per chi vuole risparmiare sui pasti, c’è un’ampia scelta; la città è ricca di fast-food, pizzerie (come il famoso ristorante economico “Vapiano”) e il self-service “Lido” situato all’interno del centro commerciale Solaris. Qua a pochi euro potrete consumare un ottimo pasto completo. Non preoccupatevi se vedete gli estoni mangiare a orari improbabili perché loro non sono tradizionalisti come noi e mangiano solo quando hanno fame, senza rispettare il nostro rito del pranzo tutti assieme alla stessa ora. Se volete scaldarvi non vi resta che bere un liquore tipico come il Vana Tallinn o se preferite la birra, potete scegliere tra la Saku e Le Coq.



I locali per divertirsi non mancano e sono localizzati quasi tutti nel centro storico, come la Beer House, il Molly’s Malone, il Nimeta (frequentato sopratutto da studenti) e tanti altri. Tra le discoteche più quotate troviamo la centrale Hollywood, il Caffè Amigo e la Cat’s House (entrambi all’interno dell’Hotel Viru) o il Club Privè. Se invece preferite le atmosfere rock, potete godervi i concerti del Rock Caffé, mentre per gli amanti del jazz e della musica dal vivo dal sapore anni ’50 c’è il pub/ristorante Chicago. Non mancano nemmeno le atmosfere che ricordano gli antichi tempi sovietici e se volete riviverle, non vi resta che entrare al Valley Bar. Per un tè pomeridiano e un dolcetto tipico (ottimi sono i dolci al marzapane) potete scegliere tra i vari Caffé della catena Reval (antico nome della città) disseminati per la città. A Tallinn non mancano i cinema e i teatri e inoltre gli estoni sono dei grandi appassionati d’arte, quindi potrete visitare mostre di ogni tipo o assistere a concerti di musica internazionale. Se invece cercate il relax, c’è un’ampia scelta di spa in cui potrete fare una salutare sauna Per quanto riguarda i luoghi da non perdere, consiglio l’intera Old Town con i suoi palazzi, chiese, mura e i vari belvedere, la cattedrale ortodossa Alexander Nevsky e il periferico parco di Kadriorg (in fondo alla quale vi è il bellissimo museo d’arte moderna Kumu). Non fatevi spaventare dalle temperature rigide e dall’ apparente freddezza degli abitanti; gli estoni, seppur timidi e introversi, sono persone gentili e molte curiose nei confronti degli stranieri e dopo un iniziale momento di imbarazzo non vedranno l’ora di conoscere tutto su di voi. Non vi resta che fare il biglietto e scoprire questo piccolo paese affacciato sul Mar Baltico (e da cui potrete raggiungere Helsinki in pochissimo tempo grazie alla nave diretta).



The small, cold Estonia, recently entered the Eurozone, is a country of which we know very little. Often times we tend to consider this was a territory of Russia, sparking the ire of those people that keep us a lot to its historical and cultural identity. Since 1991, Estonia is an independent country, in full growth phase and with a great desire to show off. Moreover, this state is home to Skype and best tip his cards right in the computer field. Its inhabitants love computers and technology and for this reason, finding a free wireless network can be virtually anywhere.From April 2011, Estonia has become magically closer, in fact, the capital Tallinn can be reached with direct Ryanair flight from Bergamo (Orio al Serio) and the flight takes about three hours. The airport is fifteen minutes from downtown and you can get there by taxi or if you want to save money on bus number 2 (the stop is near the famous Hotel Viru) at the price of a normal race urbana.Per regard to the zone, Estonia is ahead by one hour to Italy.



The capital Tallinn is a true historic gem and its ancient walls are among the best preserved inEurope . Walking the streets of the old town is like being catapulted into the Middle Ages thanks to the perfect state of preservation of buildings and not only, for the whole year young Estonians dressed in historical (even in the coldest of winter) invite you to join in local theme for which they work praising the qualities or features small plates of typical foods. Among the most striking are the restaurants and the Olde Hansa Peppersack (just behind the main square of the old town, or the Town Hall Square) where you can enjoy the traditional flavors of Estonia in a historical setting fascinating: soft lighting, antique furniture, candles and waiters in period costume. Among the typical foods include rye bread, soups, meat, fish, potatoes, roast pork and sausages, as well as various concoctions made from dairy products (which is impossible to know the translation of certain foods). For those who want to save money on meals, there is a wide choice, the city is full of fast-food outlets, pizzerias (like the famous eatery "Vapiano") and self-service "Lido" located inside the mall Solaris. Here a few euros you can eat a good meal. Do not worry if you see the Estonians eat at times improbable because they are not traditionalists like us and eat only when hungry, without regard to our ritual of dining together at the same time. If you want to warm up you just need to drink Vana Tallinn liqueur like beer or if you prefer, you can choose between Saku and Le Coq.



The locals to have fun are almost all located in the center, like the Beer House, Molly Malone's, the Nimet (attended mainly by students) and many others. Among the clubs are listed as the Central Hollywood, Café Amigo and the Cat's House (both in the Hotel Viru) or private club. If you prefer the atmosphere of rock concerts you can enjoy the Rock Café, and for lovers of jazz and live music from the '50s flavor is the pub / restaurant, Chicago. There are even the atmosphere reminiscent of the old Soviet times and if you want to relive them, you just need to get to the Valley Bar for a traditional afternoon tea and a piece of candy (marzipan cakes are excellent), you can choose between Reval Café chain (old name of the city) scattered around the city. In Tallinn there are also cinemas and theaters, and the Estonians are big fans of art, then you can visit exhibitions or attend any type of international music concerts. If you are looking to relax, there is a wide choice of spa where you can take a healthy sauna. As for places to visit, I recommend the entire Old Town, with its palaces, churches, city walls and the various viewpoints, the Alexander Nevsky Orthodox Cathedral and the peripheral Kadriorg park (at the bottom of which there is the museum of beautiful ' Kumu modern art). Do not be afraid of the cold temperatures and the apparent coldness of the people, the Estonians, although shy and introverted, and many kind people are curious towards foreigners and after an initial moment of embarrassment will look forward to know everything about you . You just have to buy the ticket and see this little town overlooking the Baltic Sea (Helsinki and from which you can reach in no time thanks to the ship bound).



Potete trovare l' articolo completo di immagini qua: 
Mi raccomando fateci una visita.

You can find this article here:

You Might Also Like

16 comments

  1. ... già fatto! ciao buon fine settimana.

    RispondiElimina
  2. Che bel reportage...sembra quasi un racconto, sono partita con poche righe e in breve sono arrivata alla fine, senza neanche accorgermene e quasi dispiaciuta fosse già finita una descrizione così fluente e chiara.
    Non pensavo che Tallin fosse una città così moderna e che la Estonia fosse un paese così tanto animato da spirito d'indipendenza.
    Corro a fare un giro di là allora per vedere il resto...
    Ciao e buon fine settimana..

    RispondiElimina
  3. Oh mamma che meraviglia!!!! L'ultima foto è stupenda

    RispondiElimina
  4. Sempre incantevoli, le tue immagini estoni.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Che bello, mi è venuta voglia di andarci.

    RispondiElimina
  6. Già fatto, seguo Chris da un po' ormai! E brava Vale! ;-)

    RispondiElimina
  7. Sempre uno spettacolo immenso.
    Io sono perdutamente innamorato della prima immagine... E Tallin è sempre lì, tra le future destinazioni! ;)

    RispondiElimina
  8. Stupendo il post e stupende tutte queste foto. Dev'essere bellissimo visitare quei posti!!!

    RispondiElimina
  9. Che bello questo post Vale!!!! Che bel racconto... si capisce quanto ti abbia dato questo viaggio!!! :D

    E poi le foto... vabbeh, di questo già sai cosa penso!!! ;)

    RispondiElimina
  10. vadooooooooooooooooo!!! Troppo bello questo diario, da vera viaggiatrice!

    RispondiElimina
  11. Sono già passata. Le foto sono da rivista ....
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  12. Adoro il freddo,adoro l'inverno,adoro queste foto :)

    RispondiElimina
  13. devo assolutamente prendere un aereo e andare in Estonia!!!! da quando ti ho conosciuta mi sono innamorata di quei luoghi che sembrano davvero fuori dal tempo e incontaminati... *__* bellissimo questo post Mel!!! che voglia di viaggiare che hoooooo!!!!!

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutti :)
    e sappiate che molti estoni passano di qua e di sicuro sono contenti di leggere che vi piace il loro paese :)
    Grazie amici :) buon sabato a tutti :)

    RispondiElimina
  15. Prendo nota per il prossimo viaggio!Splendide foto!
    Baci

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *