Tallinn: museo all' aria aperta / Open air museum

12:46


"C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura. La gioia di vivere deriva dall'incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell'avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso…"

Into the wild


"So many people live within unhappy circumstances and yet will not take the initiative to change their situation because they are conditioned to a life of security, conformity, and conservatism, all of which may appear to give one peace of mind, but in reality nothing is more dangerous to the adventurous spirit within a man than a secure future. The very basic core of a man's living spirit is his passion for adventure. The joy of life comes from our encounters with new experiences, and hence there is no greater joy than to have an endlessly changing horizon, for each day to have a new and different sun."
Into the wild

You Might Also Like

11 comments

  1. Bellissime foto! La prima mi piace moltissimo, ed anche bellissima citazione! Amo Into The Wild. E' il mio film preferito in assoluto! Ha delle bellissime riprese, credo tra le migliori che abbia mai visto! Mi piacerebbe vivere un'avventura come quella di Alexander! un giorno :)

    RispondiElimina
  2. Ma di quanto si sono arricchiti i tuoi occhi in questa esperienza, eh??

    Un bacio, e grazie che passi sempre a salutarmi, lo apprezzo moltissimo!

    RispondiElimina
  3. Ricorda i musei etnografici delle nostre montagne...
    allora ti auguro buon cambiamento
    Mari

    RispondiElimina
  4. "La gioia di vivere deriva dall'incontro con nuove esperienze"
    Malgrado il film mi sia sembrato abbastanza una cagata (ehm, scusa!), questa frase descrive bene l'emozione del viaggio, che tu esprimi altrettanto bene negli squarci di realtà che sai cogliere.
    Va bene spostare spesso i propri orizzonti, ma bisogna fare attenzione ad avere anche gli occhi giusti per saper penetrare le realtà che ci troviamo davanti. Uno sguardo superficiale su grandi superfici è come un campo arato malamente: non dà frutti (oggi mi sento molto bucolica!). Viaggiare, guardare, penetrare, comprendere. Questo sì.
    Meravigliosi scatti cara.

    RispondiElimina
  5. Karma: grazie mille :) i paesaggi di quel film sono davvero splendidi :) e anche la colonna sonora ^-^

    Senti una cosina: di molto, anzi moltissimo :) un forte abbraccio*

    Mari: grazie mille :)

    Suster: Il tuo pensiero mi piace moltissimo *-* sono pienamente d'accordo con te!Infatti credo che si possano cambiare gli orizzonti anche standosene a casa, perchè gran parte del cambiamento dipende dai nostri occhi e dal modo in cui vediamo e pensiamo le cose :) il film a me è piaciuto perchè avevo letto "Walden" il libro di Thoreau a cui il ragazzo si era ispirato..quindi ho ben capito perchè si muoveva cosi'!Non condivido la scelta estrema che ha fatto, ed infatti al finale anche lui si accorge di aver sbagliato. Una storia vera molto triste!

    RispondiElimina
  6. fortissimo... una specie di skansen di stoccolma.. mi piace mi piace:) quando vengo a settembre probabilmente ci faccio un pensierino:)
    pacy
    ps. uffa il mio account fa ancora problemi. e il tuo?

    RispondiElimina
  7. Ciao tesoro bellissime queste immagini. Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Bello.. Gustarsi queste immagini al mattino in tranquillità non ha prezzo!! Grazie Dreamy!!
    Fa dimenticare persino che Blogger fa ancora i capricci..uff!! Buona continuazione di giornata. Cris

    RispondiElimina
  9. In realtà quando ho saputo (al termine del film) che si ispirava ad una storia vera, ho concesso al film una piccola chance di salvezza... Fino ad allora mi sembrava solo la storia scema di un ragazzino esaltato che gioca a fare l'alternativo a tutti i costi, e in generale non ci vedevo un senso.
    Già mi sta sulle palle quel tizio che gira per il mondo a mangiarsi rane vive e strizzare stomaci da carcasse di cammelli in putrefazione, e però intanto ci ha l'operatore che lo riprende!

    RispondiElimina
  10. il film non l'ho visto ma ne ho sentito parlare. La citazione è splendida, anche perché non c'è nulla che appiattisce di più della certezza. Belle belle le foto!

    RispondiElimina
  11. WOW!! questo post è splendido!!!! le foto sono una meraviglia... che posto incantevole! *.* bé... Into the Wild è senza dubbio uno dei miei film preferiti... e proprio in questi giorni sto anche leggendo il libro! bellissimo!!!

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *