Domenica a Paldiski ✿ Sunday in Paldiski

mercoledì, febbraio 16, 2011


Domenica scorsa abbiamo avuto la bella idea di fare un'allegra
gita in un posto sperduto dell' Estonia, ovvero Paldiski.
La temperatura non premetteva bene già a Tallinn, -16 gradi, a Paldiski
ho rischiato l'assideramento e la perdito della mano.
Ne è valsa la pena? Mmm.... risposta difficile.
Paldiski è un paese di grande importanza storica,
in quanto sede di basi militari russe. Questa zona è stata interdetta
agli estoni per molti anni, quindi la gran parte della popolazione
pur vivendo in Estonia non parla Estone, ma russo. E aggiungerei che
non parlano neanche inglese!
Immaginatevi di visitare un paese disperso nella neve,
dove in giro non c'è un'anima e le poche che vagano non
capiscono nulla di quello che dici. Sembra di visitare un paese
sovietico degli anni '80: le case sono palazzi grandi e grigi e
qua e la ci sono ruderi e vecchie strutture, appartenenti al periodo
in cui questo paese era una base militare. E poi immaginatevi
il freddo che vi penetra nelle ossa e vi blocca le mani!Bello vero?
Nonostante tutto non mi è dispiaciuto visitare questo posto; anche
perchè si tratta di una realtà che ancora non conoscevo e per quanto
grigia, mi affascina vedere un mondo nuovo. Ho visto pure il mare
da vicino: bianco....una distesa di bianco infinito!
Per certi versi lo trovo meraviglioso :)


                               
  Giornata ideale per una gita fuori porta ;) eh si...

                               
 La cosa più bella che ho visto a Paldiski ... hauhau

                                         
 Struttura militare

                                    
Ciò che rimane di una vecchia base militare sovietica....

                               
   Il mare *-* tutto bianco e ghiacciato!!!

                               
    La stazione!!Si..le rotaie sono li sotto ;)


Bar presente a Paldiski dal 1901

You Might Also Like

5 comments

  1. Che aventura!!!
    Stai attenta, non rischiare!
    (Sembra che parlo a mia figlia, scusa!)

    RispondiElimina
  2. Cara Valentina (ti posso chiamare così, ora che ce l'hai svelato..) ti faccio i miei complimenti. Ti fa onore questo viaggio che hai fatto. Il titolo di inviata speciale è appropriato. E' giusto documentare il bello e il frivolo, ma anche opere di rilevanza storica. Bravissima, mi interessa sempre più quanto stai facendo. Ma quanto freddo, non ti congelare anche tu. belle foto come sempre. Ciao cara

    RispondiElimina
  3. Helena: tranquilla, tutto sotto controllo :D

    Tiziana: che bei complimenti che mi fai ogni giorno :) grazie mille davvero:)

    RispondiElimina
  4. Ciao Valentina, bel resoconto fresco fresco di questa giornata gelida! Che impressione il mare d'inverno! Così candido e inanimato io non l'avevo mai visto…
    Spero tanto poi tu ti sia riscaldata con qualcosa di caldo!
    Sai a volte io mi lamento perché magari qui siamo di qualche grado sopra lo zero…forse perché non penso
    a posti così freddi come quelli visitati da te.
    Ciao cara, continua ad aggiornarci ok?
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Grazie ila :) si, il mare è proprio bello tutto bianco per chi non l'ha mai visto!!e il freddo...bè.....è micidiale davvero in questa settimana..febbraio è il periodo più gelido dell'anno :)

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *