Pienza: la poesia della natura ✿ Pienza: the poetry of nature

09:58


"C’era la realtà e c’erano i pensieri. Tra questi due spazi l’intercapedine della poesia. 
Era lì che vivevo, distante e vicinissima, né sopra, né sotto, ma accanto alle cose."
Anaïs Nin

"There was a reality and there were thoughts. Between these two areas the gap of poetry. 
I lived there, far and near, neither above nor below, but close to things."
Anaïs Nin

In Toscana c'è una zona che sprigiona poesia e bellezza attraverso i suoi paesaggi unici al mondo. Un'intercapedine deliziosa, immersa nella natura. Parliamo della zona di Pienza, a sud, nella provincia di Siena. I cipressi, come sottili figure umane, si ergono verso l'alto dal verde dei prati in cui risiedono. Il cielo azzurro a far da sfondo. Lì vicino scorre una strada, la realtà. Ma nella mente di chi li osserva, paiono panorami immaginari. Distese di prati che si intersecano dolcemente dando vita ad un paesaggio collinare che sembra disegnato da una matita colorata. Le nuvole, d'un tratto, sbucano dal basso. Bianche, soffici, avvolgenti.

In Tuscany there is an area that emits beauty and poetry through its unique landscapes in the world. Delicious place, surrounded by nature. We talk about the area of Pienza, in the south, in the province of Siena. The cypresses, such as thin human figures, rise upwards from the green of the meadows in which they reside. The blue sky as a backdrop. Near this beauty, there is a road. The reality. However, in the mind of the observer, this place appears as an imaginary landscape. Meadows that intersect smoothly creating a hilly landscape that seems drawn from a colored pencil. The clouds suddenly emerge from the bottom. White, soft, enveloping.


"La campagna toscana è stata costruita come un'opera d'arte da un popolo raffinato, quello stesso che ordinava nel '400 ai suoi pittori dipinti ed affreschi: è questa la caratteristica, il tratto principale calato nel corso dei secoli nel disegno dei campi, nell'architettura delle case toscane. È incredibile come questa gente si sia costruita i suoi paesaggi rurali come se non avesse altra preoccupazione che la bellezza."
Henry Desplanques

"The Tuscan countryside was built as a work of art by a refined people, the same who in 400 ordered his painters paintings and frescoes: this is the feature, the main stretch fallen over the centuries in the design fields, in the architecture of Tuscan houses. It's amazing how these people has built its rural landscapes as if they had no other concerns that beauty."
Henry Desplanques


You Might Also Like

10 comments

  1. Foto stratosferiche!
    Sai rendere la Toscana ancora più bella di quello che è!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena :) questi sono complimenti belli. Adoro la tua terra :)

      Elimina
  2. Le foto sembrano dei dipinti e le tue parole sono poesia.
    Splendido! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :* complimenti così suonano come poesia, altrochè!

      Elimina
  3. Come non essere d'accordo con Manuela e con quello che scrive Henry Desplanques, queste foto così come (ovviamente) i paesaggi sembrano opere d'arte attentamente studiate. Il post è breve nella parole ma si vede che sono state scelte con molta cura; quel breve paragrafo è semplice ma pieno. Pieno di immagini e sensazioni che affiorano alla mente ed insieme alle foto sembra quasi di essere in mezzo a quelle colline e potersi girare a scrutare tutto ciò che ci circonda.
    Come al solito non ci sarebbe neanche bisogno di dire che sei stata molto brava... ma non sarebbe giusto non farti i complimenti che meriti :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola!!!! L'immancabile e precisa recensione di ciò che scrivo :D lo dovresti fare per lavoro :) grazie :D

      Elimina
  4. ecco quello di cui avrei bisogno ora. della morbida e placida toscana. le sue onde di terra e verde sotto le pennellate d'azzurro e cielo sanno lenire dolori e placare timori come poco altro nella vita.

    RispondiElimina
  5. Incantevole!!! tutto.
    Non fosse per l'irresistibile bellezza che avvince suppongo che si dovrebbe posare solo l'occhio in un posto come questo...
    anche solo il pensiero di tuffarsi in questo mare d'erba sembra al contempo illusione e profanazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra un paesaggio finto :D Adattissimo come sfondo Desktop, di quelli che rilassano la mente :)

      Elimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *