#nevadofiero

13:19



"Continuerò ad azzardare, a cambiare, ad aprire la mente e gli occhi, rifiutando di lasciarmi incasellare e stereotipare. Ciò che conta è liberare il proprio io: lasciare che trovi le sue dimensioni, che non abbia vincoli". 
Virginia Woolf, Diario di una scrittrice

"I will continue to dare, to change, to open my mind and eyes, refusing to let me pigeonholing and stereotyping. What matters is to free myself: let me find my dimension, which does not have restrictions." 
Virginia Woolf, Diary of a writer

Anatomicamente parlando gli esseri umani sono molti simili: un agglomerato di 100.000 miliardi di cellule ognuna parte di un sistema di organi essenziali per svolgere le funzionali vitali. Il corpo umano è un’incredibile macchina che ci permette di compiere moltissime attività e c'è da rimanere stupiti dal suo meraviglioso funzionamento, così efficiente ma allo stesso tempo così fragile. Ciò che differenzia profondamente l'uomo tuttavia, non è la sua struttura corporea che presenta differenze evidenti secondo il sesso e l'appartenenza geografica, ma la sua capacità di compiere delle scelte. Tali decisioni caratterizzano il suo percorso nella vita e influenzano le relazioni col mondo circostante. Le persone si differenziano le une dalle altre per la loro personalità, ossia quell'insieme di elementi che ci rendono esseri unici, irripetibili e originali. Quando qualche giorno fa, Stefania del blog Di qua e di là, ha lanciato l'iniziativa #nevadofiero, ho pensato subito a quella capacità dell'uomo di scegliere quale percorso intraprendere nel corso della propria vita, portando avanti azioni che nel proprio piccolo possono fare la differenza. Siamo così simili strutturalmente, ma così diversi nel nostro io più profondo. Sensibilità che vanno in giro per il mondo a lasciare piccoli segni sull'asfalto, a volte calpestati e cancellati, altre volte ammirati da lontano, altre ancora seguiti come tracce d'esempio per qualche altro essere umano. Invitata da Silvia, mi sono trovata pertanto, a riflettere su tre cose originali di me di cui vado fiera: un compito che sembra facile, ma in realtà è molto impegnativo perché ti mette a nudo. Eccole qua.

1) L'empatia verso gli esseri viventi. Sono molto altruista. Mi piace fare sorprese di qualsiasi tipo, in giorni da celebrare ma anche in giorni qualsiasi. Ho molto spirito di sopportazione sebbene io non sia propriamente un biscottino; cerco di guardare le cose anche da prospettive che non mi appartengono, do sempre seconde e terze possibilità, perdo molto tempo a cercare di capire come aiutare qualcuno che sta male, raramente rivelo in giro le azioni che compio, anche se sono meravigliose. Mi piace fare cose stravaganti per far sentire meglio gli altri. Ne rivelerò solo una anche se mi sento ridicola a farlo perché nessuno fa cose di questo tipo e probabilmente chi leggerà ne riderà! Nella città dove ho abitato per un paio d'anni, ho disseminato delle lettere in giro per la città con delle frasi tratte dal piccolo principe e scritte a mano. Si trattava di frasi molto positive per far sentire chi le trovava meno solo. Una volta ho lasciato una lettera nel cestino di una bici e ho aspettato in incognito un po' più in là. E' arrivato un ragazzo tristissimo e quando ha trovato la lettera ha sorriso come un bambino che scarta i doni il giorno di Natale. Ho fatto altre cose simili ma rimarranno un segreto sia perché sono abbastanza pazze, sia perché solo così possono essere realmente speciali per me. 

2) Amo la natura, giro spesso in bicicletta e sono una delle maggiori promotrici della raccolta differenziata. Il mio sogno è un mondo dove l'uomo sappia rispettare la natura e i suoi abitanti. Nel 2009, a ventitré anni, sono partita in Africa con una borsa di studio per compiere ricerche sul turismo sostenibile nei paesi in via di sviluppo e ho scoperto eco-progetti bellissimi che aiutano il territorio, la fauna e anche le popolazioni locali. Il turismo può essere ovunque una gran risorsa e se è pensato e ragionato in maniera sostenibile, può assicurare un futuro al territorio e ai suoi abitanti, preservando allo stesso tempo gli habitat naturali e i suoi ospiti. Ci sono specie animali che ancora non ho potuto vedere dal vivo e credo sia un dovere per l'uomo preservare la loro esistenza sulla terra cercando di prevenirne l'estinzione. Pensate a questo: un essere vivente che un tempo viveva felice sulla nostra terra e che ora non esiste più. Nessuno potrà mai più rivederlo se non nei libri o su Internet. Assurdo e triste. 

3) I colori, io li amo. Cerco di disseminarli attorno a me perché la vita è colore. Ovunque io scorga tinte sgargianti, io mi dirigo con la mia macchina fotografica pronta a immortalare quel momento. Quando sono a casa o quando sono in viaggio, ricerco il colore. Non solo quello cromatico ma anche quello interiore. Mi focalizzo sempre su ciò che mi lega agli altri piuttosto che sulle differenze. Vedo anche quelle ma cerco la similitudine più di ogni altra cosa. Quando mi sono trovata a vivere all'estero ho sempre portato via con me molte cose positive e instaurato legami inestimabili. Mi piace ridere, moltissimo; credo che questo faccia parte del colore e mi diverto anche con poco, nonostante io desideri sempre di più. 

Bene, ci sono riuscita. Nomino Manuela del blog "Impression chosen from another time", Daniela di "Il coltello di Banjas" ed Eniko del blog "Il giardino segreto" per prendere parte al gioco! Quali sono le tre cose che vi rendono fiere di voi stesse?
E ora aspetto con ansia l'iniziativa "tre milioni di cose di cui non vado fiera" o "tremila modi per sbagliare con classe quotidianamente" :D


Anatomically speaking humans are many similar: an agglomerate of 100 trillion cells each of them part of a system of organs essential to carry out the vital functions. The human body is an incredible machine that allows us to carry out many activities and I'm amazed by this wonderful mechanism, so efficient but at the same time so fragile. What differentiates man deeply, however, is not his body structure that presents clear differences according to sex and ethnicity, but his ability to make choices. These decisions characterize his path in life and affect relations with the surrounding world. People differ from each other because they have their own personality, a set of elements that make us unique and original beings. When a few days ago, Stefania, author of the blog "Di qua e di là", launched the initiative #nevadofiero (literally,I'm proud of it), I immediately thought of that man's ability to choose which path to take in the course of their lives, carrying out actions that, in their own little, can make the difference. We are so similar structurally speaking, but so different in our deepest self. Sensitivity that goes around the world to leave small marks on the ground, sometimes trampled and deleted, other times admired from afar, and others, example for some other human being. Invited by Silvia, I found myself, therefore, to reflect on the original three things of which I am proud of myself, a task that seems easy but in reality it is very challenging because I feel naked when I speak about my inwarderness. Here they are . 

1) The empathy towards living beings. I'm very unselfish. I like to make surprises of any kind, not only in day to celebrate but also any day. I have a strong spirit of endurance although I am not exactly a sweet cookie , I try to look at things from perspectives that do not belong to me, I always give second and third chances, I lose a lot of time trying to figure out how to help someone who is sick, I rarely revealed in around the actions that I make even though they are wonderful. I love doing wacky things to make people feel better. I reveal only one of these although I feel ridiculous doing it because nobody makes that kind of thing, and probably those who read it will laugh! In the city where I lived for a couple of years, I have scattered some handwritten letters around the city with phrases taken from the book "The little prince". They were very positive phrases to make people feel less alone. I once left a letter in the basket of a bike and I waited. A sad guy arrived there and when he found the letter he smiled like a child who unwraps the gifts on Christmas day. I've done similar things but they will remain a secret, just so they can remain really special for me. 

2) I love nature and ride a bicycle and I am one of the biggest promoters of the collection. My dream is a world where man knows how to respect nature and its inhabitants. In 2009, at the age of 23, I went to Africa thanks to a grant to carry out research on sustainable tourism in developing countries and I found beautiful eco- projects that help the land, the wildlife and even the local population. Tourism can be a great resource everywhere and if it is thought and reasoned in a sustainable manner, it can ensure a future for the territory and its inhabitants, while preserving natural habitats and their guests. I think it is a duty for man to preserve their existence on earth trying to prevent their extinction. Think about this: a living being who once lived happily on our land and now no longer exists. No one will ever see him again except in books or on the Internet. Absurd and sad. 

3) The colors, I love them. I try to disseminate them around me because life is color. Everywhere I notice gaudy, I head with my camera ready to capture the moment. When I'm at home or when I travel, I look for the colors. Not only the chromaticism but also the interior. I focus more on what binds me to others rather than on the differences. When I found myself living abroad I always carried with me many positive things. I like to laugh a lot, and I think that's part of the color and I have fun with little, although I always want more. 

Well, I name Manuela, Daniela and Eniko to take part in the game! 
And now I look forward to the initiative "three million things that I am not proud of" or "three thousand ways to go wrong with style every day" : D

You Might Also Like

29 comments

  1. Bellissimo il gesto di disseminare frasi del Piccolo Principe in giro per la tua città.. sei speciale :)

    RispondiElimina
  2. bellissime azioni, complimenti!! ah, adoro quella frase di Virginia Woolf *_*

    RispondiElimina
  3. Che bello, mi metto al lavoro :-)

    RispondiElimina
  4. che bel post Vale...io solitamente sono ipercritica di me stessa, ma mi metto al lavoro ;)
    un abbraccio soleggiato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai dai, sarà un ottimo esercizio positivo ^-^

      Elimina
  5. PS: dolcissima l'idea dei bigliettini...mi ricorda qualcosa ^-^
    PS2: anch'io aspetto con ansia l'iniziativa "millemila cose di cui non vado affatto fiera" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahah lì avrei sempre qualcosa da dire :D
      Cmq siiii...l'idea dei bigliettini mi è venuta dopo quell'iniziativa *-* quindi è anche un po' merito tuo :D

      Elimina
  6. Ma che tesoro sei? Davvero.... disseminare frasi del Piccolo Principe è un gesto bellissimo! :)
    Empatia, natura e colori.
    Un mondo simile al mio!
    Mi piaci sempre più ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu hai la capacità di mettere i cuori ovunque *-* (e io non lo sa fare) :D
      Grazie mille***

      Elimina
    2. ahahahahah sto ridendo da sola come una cretina!
      Ci riesco solo dal telefono... dal pc mi vien fuori questa schifezza <3

      Elimina
    3. ♥♥♥ yeeeeeeeee (trucchetti del mercoledì sera) :D ♥

      Elimina
  7. No ma che bella idea! Sarei proprio curiosa di provarla, questa cosa dei bigliettini! Brava :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D da grandi soddisfazioni :)
      Grazie Stefania :)

      Elimina
  8. che belli i tuoi punti di fierezza! è sempre un piacere leggerti: riesci sempre a scatenare la fantasia in nuove ricerche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo che mi hai fatto è un bellissimo complimento :)*

      Elimina
  9. Bellissimi... i tre spunti...
    ... quello della raccolta differenziata lo condivido, un po' meno la bicicletta... sono Milanese e ci sono poco abituata anche se sarebbe un notevole risparmio di soldi e salute (oltre che di palestra perchè andarci al lavoro tutti i giorni scolpirebbe i glutei e gli addominali bassi!!! :) )... le altre due cose sono molto positive, molto 'ricche'... mi piacciono molto...
    Un abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti essere colei che lancia la "moda" della bici a Milano :D In effetti quando anni e anni fa sono venuta in gita lì non ho visto molte bici in giro, in compenso c'era un traffico assurdo!
      Grazie per l'apprezzamento :) :)
      A presto!!!

      Elimina
  10. Bella iniziativa un plauso a "Stefania del blog Di qua e di là". I tuoi 3 punti sono davvero belli e (ovviamente) molto personali. Mettersi a nudo anche per "solo pochi" aspetti non deve essere facile così come essere autocritichi e giudici di e stessi, però è uno sforzo che porta con se grandi felicità nel riscoprirsi e vedere cosa ci rende fieri di noi stessi e chi siamo veramente. Spero che il primo tuo punto possa essere da spunto per altre persone nel compiere cose belle per altri, conosciuti e sconosciuti, ci vorrebbero più persone come te :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo punto è un modo carino per passare da fessi :D però ci vorrebbero più fessi così :D
      Scherzo! Grazie mille per tutto il supporto :)

      Elimina
  11. Come ti ho già detto su twitter, ma almeno qui rimane, ero certa che ci avresti regalato bei momenti con questo post, per questo non potevo che inserirti tra le mie tre scelte. :)
    Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avermelo scritto anche qua così rimane :) è bello poter rileggere gli apprezzamenti :)

      Elimina
  12. Vale, come ti ho detto sul mio blog, ero convinta di averti lasciato anche io un commento. Hai espresso tre gesti quotidiani dolci, sinceri e molto simili ai miei. Ed il fatto di aver lasciato bigliettini in giro non solo non è folle, ma è anche indicazione di una estrema sensibilità. Se le avessi trovate ti sarei venuta a cercare, te lo giuro, per ringraziarti di persona per un sorriso. Una cosa così semplice eppure così difficile da strappare a volte. Grazie Vale! E le tue foto.. senza paragoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *-* Mi sono emozionata per questo commento *-*

      Elimina
  13. Che meraviglia! rimango sempre incantata nel leggerti! complimenti! Luisa

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *