Una passeggiata a Praga ✿ A walk in Prague

14:50


“Tutto ciò rendeva Praga, nella sua meravigliosa bellezza, una città piena di incanti e di spettri, 

e faceva di essa il simbolo dei vuoti e delle ombre della vita e soprattutto della nostalgia per tutto ciò che ad essa manca”.

C. Magris, Fortune e sfortune di un trittico. Una storia quasi praghese 


"Everything made ​​Prague, in all its wondrous beauty, a city full of charms and spectra, 
and made it the symbol of the voids and shadows of life, and especially of nostalgia for all that it lacks." 
C. Magris, Fortunes and Misfortunes of a triptych. A story about Prague



Io amo Praga. Questa città è un sogno: atmosfere lugubri e sospese tra passato e presente, una storia che annovera moltissimi scrittori ed artisti, architetture originali e cariche di dettagli, una mescolanza di stili, colori ed elementi appartenenti ad epoche diverse, le luci soffuse, quell'aria magica che persiste identica nei secoli ed ha ispirato la letteratura, la musica e l'arte. Ho già parlato delle bellezze della città, sia diurne che notturne. Potete leggere qua, qua e qua. In questo post voglio ripercorrere le sue meravigliose strade attraverso le foto scattate nella città Vecchia, sul Ponte Carlo, lungo le rive del Danubio e nei pressi della parete dedicata a John Lennon. A proposito di quest'ultima, chi dovesse visitare Praga, provi a cercare queste parole in questo coloratissimo muro: "Living is easy with eyes closed" tratte da una delle mie canzoni preferite dei Beatles e scritte con un piccolo pennarello nero nel desiderio di lasciare anche la mia traccia. Alla passeggiata fotografica si accompagnano le frasi di scrittori ed artisti che sono state ispirati da questi luoghi nelle loro creazioni e composizioni. Buona lettura!

I love Prague. This city is a dream: gloomy atmosphere suspended between past and present, a history that includes many writers and artists, original architecture full of details, a mixture of styles, colors and elements from different periods, the dim lights , that magic air that remains the same over the centuries and inspired literature, music and art. I have already spoken of the beauties of the city, both day and night . You can read here, here and here. In this post I want to go through the streets in the Old Town, through the Charles Bridge, along the banks of the Danube and close to the wall dedicated to John Lennon. Regarding the latter, who will visit Prague in the future, could try to look for these words in this colorful wall: "Living is easy with eyes closed" by one of my favorite songs of the Beatles and written with a small black marker in my desire to leave also my track on the wall. My photographic walk is accompanied by the sentences of writers and artists who have been inspired by these places in their creations and compositions. Happy reading!


“Ci sono tante componenti nella storia e nell’anima di Praga. Ma quello che ci meraviglia è come tutto si sia fuso e composto in una cultura di grande spessore, che a noi piace oggi leggere come risultato di un grosso impegno di intelligenza, di un’intelligenza lievitata e maturata nella convivenza”.
G. Gandolfo, Praga luogo dello spirito

"There are so many components in the history and soul of Prague. However, what amazes us is how everything has melted and mixture into a culture of great depth, which we like to read today as a result of a strong commitment to intelligence, intelligence gained in yeast and coexistence. "
G. Gandolfo, Prague spiritual place


"Praga! Ha sapore di sorso di vino. Posso ripetere anche cento volte questo nome affastellato dal vento, dolce più che il respiro dell'amata."
Seifert, Jaroslav

"Prague! She flavors like a sip of wine. I can repeat a hundred times this name tied up by the wind, more than the sweet breath of my beloved."
Seifert, Jaroslav


“L’ambigua città non gioca a carte scoperte. La civetteria antiquaria, con cui va fingendo di essere ormai solamente natura morta, taciturna sequela di trapassati splendori, spento paesaggio in un globo di vetro, non fa che accrescere il suo maleficio. Si insinua sorniona nell’anima con stregamenti ed enigmi, dei quali solo essa possiede la chiave. Praga non molla nessuno di quelli che ha catturato.”
A. M. Ripellino, Praga magica

"The ambiguous city doesn't lay her cards on the table. The antiquarian coquetry, which only pretends to be dead nature, silent following of the departed splendor, dull landscape in a glass globe, only increases his spell. It creeps sly in soul with tricks and puzzles, of which she alone possesses the key. Prague does not let any of those who caught."
A. M. Ripellino, Magic Prague


“Con tanti contrasti, come avrebbe potuto questa città non avere dunque anche nella sua architettura e nel suo volto un che di spigoloso, di rude, di inquietante? Temperamenti troppo diversi vi si sono scatenati. E per quanto in ogni vicolo aleggiassero gli effluvi di buona birra forte e salumi affumicati, ovunque fluttuavano però anche le nebbie dei miti."
J. Urzidil, Trittico praghese

"With so many contrasts, how could this city does not have also in its architecture and in his face something edgy, rude, creepy? So many different tempers have flared there. And as in every alley wavered the aroma of good strong beer and smoked meats, everywhere floated the mists of myth. "
J. Urzidil​​, Triptych Prague


“Ogni casa, ogni via, ogni piazza di Praga continuava senza posa a gridare, lungo tutto il corso della Storia: ‘Non dimenticare questo! Non dimenticare quello!’, così che a furia di ricordi e di vendette ci si dimenticava addirittura la vita presente”.
J. Urzidil, Trittico praghese

"Every house, every street, every square of Prague continued without ceasing to shout, throughout the course of the history: 'Do not forget this! Do not forget that!', so that by dint of memories and revenge you forgot even the present life "
J. Urzidil​​, Triptych Prague


“E tuttavia Kafka era Praga e Praga era Kafka. Mai era stata così compiutamente e tipicamente Praga, e mai più lo sarebbe stata come durante la vita di Kafka. In ogni sua riga noi potevamo e possiamo ancora assaporarla."
Johannes Urzidil

"However, Kafka was Prague and Prague was Kafka. Never was so completely and typically Prague, and never would have been like during the life of Kafka. In every line we could and we can still taste it. "
Johannes Urzidil


"Uomini che sopra oscuri ponti camminano dinanzi a santi dai fiochi lumini. Nubi che sopra il cielo grigio passano dinanzi alle chiese dai campanili che imbrunano. Uno che al parapetto squadrato si appoggia e guarda l’acqua serale, le mani su vecchie pietre."
Kafka in una lettera

"Men who walk on the dark bridges before the saints with dim candles. Clouds that pass above the gray sky in front of the churches from the bell that get dark. One who leans on the railing squared  and watches the water in the evening, hands of old stones."
Kafka in a letter


"La mia orchestra è a Praga."
Wolfgang Amadeus Mozart

"My orchestra is in Prague "
Wolfgang Amadeus Mozart


"Fra poco divamperanno nel nero cristallo della notte le luci, 
centinaia di occhi che guardano in su, malsicuri."
Vítězslav Nezval

"Soon in black crystal night lights, hundreds of eyes looking up,
 unsafe, will burn up".
Vítězslav Nezval


"La città di Praga è allegra, agitata, arrabbiata, colorata,
devota, impigliata, precaria, sgualdrina, spaesata."
Claudio Canal

"The city of Prague is happy, excited, angry, colorful, devoted,
tangled, precarious, slut, disoriented." 
Claudio Canal


"Quando sopra la sera anneriscono le torri incappucciate della città di Praga, gli universi che invadono i sogni s’illuminano nelle vetrine del corso Vastlar. Stoffe cuoio cristallo e acciaio gioia tristezza gioventù vecchiaia appetito infinito come un corno forato nelle vetrine del corso Vastlar." 

"Ore di Praga" di Nazim Hikmet 

"When the evening over black the capped towers of the city of Prague, the universes that invade the dreams light up in the windows of the course Vastlar. Fabrics and leather glass steel joy sadness youth age, endless appetite like a horn pierced in the windows of the course Vastlar." 
"Hours of Prague" by Nazim Hikmet



"Io dico: se cerco un'altra parola per dire arcano, trovo soltanto la parola Praga. È torbida e malinconica come una cometa, come un'impressione di fuoco la sua bellezza, e serpentina ed obliqua come nelle anamòrfosi dei manieristi, con un alone di lugubrità e di sfacelo, con una smorfia di eterna disillusione."
Nietzsche in Ecce Homo

"I say to you: if I look for another word to say arcane, I find only the word Prague. It is cloudy and gloomy like a comet, as an impression of fire its beauty, and serpentine and oblique as in anamorphosis of Mannerist, with a halo of glumness and decay, with a grimace of eternal disillusionment." 

Nietzsche in Ecce Homo




You Might Also Like

24 comments

  1. Sono stata a Praga due anni fa e l'ho davvero adorata! Le tue foto sono bellissime come al solito :)

    RispondiElimina
  2. Praga è spettacolare! anch'io lasciai un piccolo ricordo su quel muro..ma un semplice "Debora e Damiano" :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello vero? sapere di aver lasciato la firma su una parete così famosa a Praga :D

      Elimina
  3. Mi piace questo associare le tue bellissime foto ai versi ispirati dalla città. Io ho adorato il suo essere un luogo struggente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la giusta definizione :) grazie mille :)

      Elimina
  4. ogni volta che leggo un tio post ho voglia di partire**

    RispondiElimina
  5. Visitare Praga è uno dei miei grandi desideri per quest'anno. Intanto mi godo i tuoi post.
    Bellissimi colori e bellissime parole.
    Pur non avendola mai vista, anche a me Praga sembra un mix eterogeneo di stili e culture differenti.
    Bellissime immagini come sempre! Complimentissimi. Adoro i tuoi colori! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hey grazie mille :)
      Credo ti piacerà molto perchè ha quel qualcosa in più che piace a chi cerca l'anima vera delle città. Ha molti lati misteriosi e un mix a volte incomprensibile e che ha tanto da raccontare :)

      Elimina
  6. mai stata a praga, ahimè.
    ma tutti quelli che ci sono stati sono tornati con grandi parole per lei.
    e tu non fai che confermare.

    RispondiElimina
  7. Forse ci torno quest'estate!
    L'ultima volta l'ho raggiunta in treno, partendo da Monaco.
    Un guasto alla locomotrice ci abbandono' in un paesino ceco, in attesa di un altro vettore.
    Turisti americani, grassi ed unti, brontolavano.
    Io mi godevo un paesaggio ottocentesco, vecchie contadine forse analfabete e curiose di quegli 'stranieri'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto sono contenta io quando succedono questi imprevisti :D mi divertono e come è successo a te, puoi anche ammirare nuove prospettive!
      Io sarei stata curiosa come te :)

      Elimina
  8. PRAGA!! Dove hai scovato quelle splendide citazioni? Ho un ricordo particolare di questa città, mi è rimasta nel cuore inaspettatamente: io e i miei genitori andammo in agenzia quasi per gioco, quando ancora non c'era ryanair, e ne uscimmo con i biglietti aerei per il giorno dopo! Mai fatto prima, fu bellissimo. Mi ha lasciato sensazioni così forti che se chiudo gli occhi sento l'odore dei panini col wurstel a e la cantilena dolce del ceco, sul filobus. Ogni volta che abbiamo passeggiato sul Ponte Carlo c'erano i musicisti e il sole, ed era come camminare a un passo da terra.
    Si percepiva davvero tanta magia là. Grazie per avermi fatto ricordare tutto questo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Ponte Carlo *-* l'ho adorato! C'erano sempre un sacco di bancarelle di artisti e musicisti ^-^ ci passavo di continuo senza mai stancarmi :D quindi ti capisco! E che bello quello che mi hai raccontato, entrare in agenzia quasi per gioco e partire il giorno dopo (per un posto così figo tra l'altro) :D Grazie a te per aver condiviso il tuo prezioso ricordo*
      Le citazioni...beh...le ho scovate qua e là, e me le segnavo da una parte fino ad averne abbastanza per scrivere questo post. Devo dire che sono state dedicate tante belle parole a questa città!
      Buona giornata :)

      Elimina
  9. adoro questa città! l'unica pecca quando ci sono stata io a febbraio era il freddo pungente!!!
    se ti va passa a trovarmi: http://viviconvivi.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata anche io a Febbraio e..si, il freddo era pungente! Infatti vorrei visitarla in una stagione più calda :)

      Elimina
  10. "La città di Praga è allegra, agitata, arrabbiata, colorata, devota, impigliata, precaria, sgualdrina, spaesata." Claudio Canal
    sono venuta a trovarti anch'io e l'occhio mi è caduto qui, perchè a parte le bellissime immagini e la bellissima luce, io questa città la conosco abbastanza, ci ho abitato 4 anni ed è stata l'esperienza più intensa della mia vita (dopo la maternità)...forse è per questo che non riesco a scriverne anche a distanza di anni. Questa citazione la riassume bene, anche se toglierei devota :-)
    monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quattro anni? :) che bello! Io ho adorato quella città, è magica!
      Comunque capisco che non riesci a scriverne; a volte i posti in cui abbiamo avuto le esperienze più intense sono i più difficili da raccontare, forse perché è difficile mettere certe emozioni su "carta" o forse perché a volte sembra che certe emozioni si banalizzano o perdono il loro grande valore quando se ne scrive! Beh, questo è il mio punto di vista :)
      grazie mille per il tuo commento :)

      Elimina
  11. Hello there, You hav done a fantastic job.
    I'll certainly digg it and personally recommend to mmy friends.
    I'm sure they will be benefited from this website.


    my site - Tech Updates

    RispondiElimina
  12. Very shortly this web site will be famous among all blog people,
    due tto it's pleasasnt posts

    Stop by myy web blog; gaming (210-71-171-91.hinet-ip.hinet.net)

    RispondiElimina
  13. Che bella questa raccolta di citazioni! :)
    Ora ho ancora più voglia di visitare la città :P Hai letto i libri "Praga magica" e "Trittico praghese"? In caso quale mi consiglieresti dei due? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti anni fa ho letto "Praga Magica" e mi è piaciuto :) quindi, quello puoi leggerlo e sono certa che lo troverai piacevole! Il secondo non lo conoscevo e ora me lo appunto ^-^
      Grazie*

      Elimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *