The sky under my feet

18:57


Quando i giapponesi riparano un oggetto rotto, valorizzano la crepa riempiendo la spaccatura con dell’oro. Essi credono che quando qualcosa ha subito una ferita ed ha una storia, diventa più bello. Questa tecnica è chiamata "Kintsugi" (金継ぎ), o "Kintsukuroi" (金繕い), letteralmente significa "riparare con l'oro".


When the Japanese mend a broken item, they enhance the crack by filling the gap with gold. They believe that when something has suffered an injury and has a history it becomes more beautiful. This technique is called "Kintsugi" (金 継ぎ), or "Kintsukuroi" (金 繕い), literally means "repair with gold."



Oro al posto della colla. Metallo pregiato invece di una sostanza adesiva trasparente. E la differenza è tutta qui: occultare l’integrità perduta o esaltare la storia della ricomposizione? Chi vive in Occidente fa fatica a fare pace con le crepe. "Spaccatura, frattura e ferita" sono percepiti come l’effetto di una colpa, perché il nostro modo di pensare, la nostra cultura ci ha insegnato che esistono soltanto due opzioni: intatto o rotto. E se è rotto la colpa è di qualcuno. Il pensiero arcaico, mitico, simbolico, invece, rifiuta le dicotomie e ci riporta alla compresenza degli opposti, che smettono di essere tali nel continuo fluire della vita. La Vita è integrità e rottura insieme, perché è ri-composizione costante e infinita.

Testo tratto da "Difendiamo la cultura"

Oggi ho letto questo testo per caso e non ho potuto fare a meno di legarlo all'imperfetta bellezza del paesaggio odierno. Strade allagate dopo i temporali di stanotte, enormi pozze che riflettono l'azzurro del cielo, le nuvole e le chiome degli alberi. Acqua stagnante che fa da meraviglioso specchio alla bellezza della natura, nonostante tutto. Opposti che si legano e si esaltano l'uno con l'altro. Più la vita presenta tratti diversi, più è ricca. Si può trovare l'oro in una crepa o il cielo in una pozza d'acqua fangosa. Si possono vedere le nuvole che scorrono ai nostri piedi o le fronde degli alberi che ondeggiano sotto di noi, quasi come una magia. Ed è solo una pozzanghera.


Gold instead of glue. Precious metal instead of a transparent adhesive substance. The difference is all here : conceal the lost integrity or enhance the history of the reconstruction ? Those who live in the West is struggling to make peace with the cracks . 
" Split , fracture and wound " are perceived as the effect of a fault, because the way we think , our culture has taught us that there are only two options : intact or broken. And if it is broken is the fault of someone. The thought archaic , mythic , symbolic, however, rejects the dichotomies and brings us back to the presence of opposites , which cease to be so in the continuous flow of life. Life is integrity and tear together, because it is re- composition constant and endless.


Today I read this text and I immediately think about the imperfect beauty of the landscape today. Flooded roads after storms last night , huge pools that reflect the blue sky , the clouds and the tree tops . Stagnant water that acts as a mirror to the wonderful beauty of nature, in spite of everything . Opposites that bind and enhance the one with the other . When life presents different traits richer . You can find gold in a crack, or the sky in a pool of muddy water . You can see the clouds flowing at your feet or the trees that sway beneath you , almost like magic.... and it's just a puddle.




In queste foto, Via dei Condotti, bellissimo viale ciclabile che da Pisa conduce ad Asciano. Lo consiglio a chiunque ami andare in bicicletta, passeggiare, correre e godersi un luogo pacifico, lontano idealmente dalla città pur essendo in realtà vicinissimo. 

In these photos, Via dei Condotti, beautiful tree path that leads from Pisa to Asciano. I recommend it to anyone who loves cycling, walking, running and enjoying a peaceful place, ideally away from the city while being really close.

You Might Also Like

19 comments

  1. Avevo letto anche io di questa tradizione giapponese e ne ero rimasta davvero affascinata! Bellissime foto come sempre, complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa tradizione mi ha affascinata tantissimo e ha aggiunto curiosità in me sul Giappone. Credo che sia una terra ricca di cultura, mi piacerebbe un sacco visitare questo paese :)
      grazie mille per i tuoi complimenti :) sempre gentilissima!

      Elimina
  2. Bellissime le tue foto (ma credo di avertelo già detto)La prima mi ha colpito in particolare,sono rimasta a fissarla per qualche istante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima è la rappresentazione del cielo e della terra uniti per casualità da una pozzanghera :) mi piaceva anche a me il contrasto tra il cemento e l'azzurro :)

      Elimina
  3. Che belel le tue foto!!! e molto particolare il pensiero giapponese: fa riflettere

    RispondiElimina
  4. Molto bello il tuo blog. Avevo scritto queste parole in un post la settimana scorsa...
    Belle anche le tue foto.
    Ti seguo.
    Buon sabato.

    RispondiElimina
  5. immagini splendide e parole che arrivano giusto al momento in cui ho bisogno di far pace con qualche brutta crepa. quanta forza mi è arrivata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e' bello leggere commenti come il tuo :) mi fa molto piacere :)*

      Elimina
  6. Bellissima questa cosa, di ricucire, riparare, colmare un vuoto con l'oro. Dare importanza a quell'assenza da renderla più preziosa del resto. Quasi la frattura sia una condizione privilegiata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto :) speriamo che ogni frattura possa trasformarsi in qualcosa di positivo!!

      Elimina
  7. Queste foto mi piacciono tantissimi e il testo giapponese è estremamente vero! Non passavo da un po' di qui (scusami) ma come sempre trovo la pace che cercavo. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere ri-passata da qua :)

      Elimina
  8. Bellissime le fotografie! e belle parole... quella delle riparazioni con l'oro l'avevo letta e mi è sempre piaciuta molto... mi fa venire in mente una cosa, deformazione professionale. Io mi occupo di consulenza, di standard gestionali, di norme sulla qualità... il cui obiettivo è il miglioramento e la rilevazione/correzione degli errori non per dare la colpa ma proprio per migliorarsi. Il discorso della riparazione con l'oro mi sembra assolutamente calzante. Non a caso, uno dei primi posti dove i è diffusa la cultura della "qualità" è il Giappone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco cosa intendi :) mi hai fatto riflettere sul tema della riparazione come miglioramento personale in vari ambiti della vita, anche quello professionale. E' un testo che mi è piaciuto un sacco proprio per questo :)

      Elimina
  9. Molto particolare, complimenti per lo scatto.
    Maurizio

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *