Il mio 2015: ho’oponopono ✿ My 2015: ho'oponopono

11:39


Ho’oponopono: rimettere le cose al posto giusto.
Ho'oponopono: put things in the right place.





Questa parola derivante dalla cultura hawaiana significa letteralmente "aggiustare le cose". Si basa sull'idea che la vita sia un processo essenzialmente interiore e non esteriore e che dipenda quindi, dalle nostre reazioni più che dagli eventi che ci capitano. Le nostre stesse percezioni sensoriali determinate da tatto, vista, gusto, olfatto udito, sono create da noi stessi. Le reazioni emotive sono una nostra creazione, belle o brutte che siano. Pur non avendo il potere di controllare gli eventi che non dipendono da noi, possiamo controllare il nostro modo di reagire e scegliere come farlo.

Sostanzialmente "ho’oponopono" significa imparare a reagire in modo da affrontare il mondo positivamente, assumendosi la responsabilità delle proprie reazioni.

Il mio unico propositivo per il 2015 è questo: ho’oponopono!!! Buon rinizio e buon ho'oponopono a tutti!


This word which derives from the Hawaiian culture literally means "make things right". It is based on the idea that life is a essentially inward process and not outward, and it depends therefore, from our reactions rather than by the events that happen to us. Our own sensory perceptions determined by touch, sight, taste, smell, hearing, are created by ourselves. Emotional reactions are our own creation, good or bad they are. Despite not having the power to control events that do not depend on us, we can control how we react and choose how. 
Substantially "ho'oponopono" means learning to react positively to face the world, taking responsibility for our own reactions.

My only purposeful for 2015 is this: ho'oponopono!!! Have a nice start and a good ho'oponopono!






You Might Also Like

22 comments

  1. non conoscevo questa parola, sai? :)
    Mi ricorda molto il concetto della resilienza: affrontare i problemi positivamente "rimbalzandoci" su :)
    Buon anno mia Vale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto :D Anche la parola resilienza mi é subito piaciuta quando l'ho sentita per la prima volta! E' un bel concetto :)
      Buon anno Manu :**

      Elimina
  2. Bel proposito. Buon rinizio e buon anno anche a te:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pe pe pe pe peeee (trenino di Capodanno) :D

      Elimina
  3. Bello... grazie mille e buon ho'oponopono anche a te ;)

    RispondiElimina
  4. E' un concetto fantastico, senza ombra di dubbio: tutti dovremmo imparare a farlo^^

    Moz-

    RispondiElimina
  5. in un certo senso questo concetto mi ricorda questo

    "Un giorno un samurai andò dal maestro spirituale Hakuin e chiese:
    "Esiste un inferno? Esiste un paradiso? Se esistono da dove si entra?".
    Era un semplice guerriero. I guerrieri sono privi di astuzia nelle mente.
    I guerrieri conoscono solo due cose: la vita e la morte.
    Il samurai non era venuto per imparare una dottrina, voleva sapere dov'erano le porte, per evitare l'inferno ed entrare in paradiso.
    Hakuin chiese: "Chi sei tu?". Il guerriero rispose: "Sono un samurai".
    In Giappone essere un samurai è motivo di grande orgoglio. Significa essere un guerriero perfetto. Uno che non esiterebbe un attimo a dare la vita."Sono un grande guerriero, anche l'imperatore mi rispetta".
    Hakuin rise e disse:"Tu, un samurai? Sembri un mendicante!"
    L'uomo si sentì ferito nell'orgoglio. Sfoderò la spada, con l'intenzione di
    uccidere Hakuin.
    Il maestro rise: "Questa è la porta dell'inferno - disse - con questa spada, con questa collera, con questo ego, si apre quella porta".
    Questo un guerriero lo può comprendere, così il samurai rinfoderò la spada... e Hakuin disse: "Qui si apre la porta del paradiso".
    L'inferno e il paradiso sono dentro di te. Entrambe le porte sono in te.
    Quando ti comporti in modo inconsapevole, si apre la porta dell'inferno;
    quando sei attento e consapevole, si apre la porta del paradiso.
    La mente è sia paradiso che l'inferno, perchè la mente ha la capacità di
    diventare sia l'uno che l'altro. Ma la gente continua a pensare che tutto esista in un luogo imprecisato all'esterno..."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hakuin era saggio, io un po' meno ^-^

      Elimina
  6. Questa parola, dal suono un po' ridicolo ma dal senso profondissimo, diventerà il mio nuovo mantra sai :)
    Grazie per avercela fatta scoprire e buon ho'oponopono anche a te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, é ridicola! Ha attirato la mia attenzione proprio così :D
      Buon ho'oponopono a te Pam :) :)

      Elimina
  7. Ciao Vale,
    Inizialmente pensavo di aver letto male invece la parola era proprio quella.
    Buffa ma piena di significato, mi piace!!

    RispondiElimina
  8. Ecco la parola giusta che viene a ri-cercarmi e ....a trovarmi stavolta? Spero di sì.
    Meraviglioso 2015, cara ValeMel

    RispondiElimina
  9. ma questa parolina è bellissima! e che significato che cela... grazie, per la tua dolce originalità.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Siamo noi a muovere le pedine sulle scacchiera e ad essere artefici del nostro destino. Meno lamentele, più ho'oponopono :-D ! Buon 2015!

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *