Lost in time

12:48




"L'abbandono è un processo. Non c'è niente di statico in un edificio abbandonato. Lentamente le mura si sgretolano. Le finestre si infrangono. Le porte vengono sbarrate. Crepe nelle pareti e dissolvenze. L'attacco da parte dei vandali. Arriva un punto critico - il punto di non ritorno - quando un edificio decadente scivola inesorabilmente nell'essere vuoto ma utilizzabile, adatto solo per la demolizione."

"Abandonment is a process. There’s nothing static about an abandoned building. Slowly the brickwork crumbles. Windows get broken. Doors get boarded up. Paint cracks and fades. Vandals attack. There comes a critical point – the point of no return – when a decaying building slips inexorably from being empty but useable, to being fit only for demolition."

La polvere, le macerie, la ruggine, il caos, il silenzio alternato a scricchiolii, la decadenza delle stanze, la luce che filtra dalle crepe, il vento che d'improvviso sibila tra i vetri in frantumi delle finestre, porte dotate di vita propria; tutto questo è ciò che adoro dei luoghi abbandonati. Questa struttura a cui è dedicato il video si trova qua in Sardegna ed è avvolta da un'atmosfera lugubre e decadente immersa in uno scenario naturale anch'esso affascinante. Gli amanti dei luoghi abbandonati e dell'"urban exploration" apprezzeranno sicuramente questa location.

Buona visione: Lost in Time, a place in Sardinia forgotten by time.


Dust, debris, rust, chaos, silence alternating with crunches, the decay of the rooms, the light that filters through the cracks, the wind suddenly hisses among the shattered glass of the windows, doors that seems alive; all this, is what I love about abandoned places. This structure is located here in Sardinia and It is surrounded by an eerie and decadent atmosphere immersed in a fascinating natural setting. Fans of abandoned places and '"urban exploration" will certainly enjoy this location.

Good vision: Lost in Time, a place forgotten by time in Sardinia.

You Might Also Like

16 comments

  1. Mi piace molto il modo in cui parli della tua terra, elogiandone lati positivi e negativi. Evidenziando le bellezze senza tralasciare le brutture o - in questo caso - le tragedie. Ti ammiro moltissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo anche la decadenza :D mi affascina tantissimo!!

      Elimina
    2. Pensa che mi sono avvicinata alla fotografia proprio dedicandomi ai ruderi e alle case abbandonate :D

      Elimina
  2. Bel video complimenti !!! La musica che hai scelto ci sta alla perfezione e da un senso di ansia costante tenendoti sempre allerta come se dovesse succedere qualcosa da un momento ad un altro, sopratutto (almeno per quanto mi riguarda) quando cala e diventa più stridula nel momento in cui apri la porta del bagno. Tutto il video porta con se un senso di decadenza e abbandono sconsolante amplificato forse dal rumore della porta che sbatte alla fine del video.

    RispondiElimina
  3. Dallo stile sembra un immobile abbastanza moderno...come può essere ridotto così? I vandali di cui parli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato costruito negli anni '60 ed è stato abbandonato da più di 20 anni. Credo che il colpevole sia il vento forte dell'area che ha buttato giù i tetti e anche i vandali ovviamente che si divertono sempre!

      Elimina
  4. Mi piace sempre tornare qui, in questo posto sicuro e leggere i tuoi pezzi di vita, perdermi nei tuoi scatti.
    Grazie, un abbraccio
    Lena

    RispondiElimina
  5. il piacere di un punto di non ritorno...
    che bizzarria...
    ma me lo sono sentito cucito addosso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piaciuta un sacco anche a me quell'espressione..affascinante, strana!

      Elimina
  6. A questo punto, devo concludere che sei proprio un'artista! Anche io, come te, amo molto i luoghi abbandonati e la decadenza. Fin'adesso il posto che mi ha colpito di più in questo senso sono le carceri sulla Capraia... Completamente abbandonate, mi ha dato la sensazione, di un "rimosso" dell'isola. Adesso ho letto che ci stanno facendo un agriturismo, almeno in alcune sue parti, visto che si trattava di una colonia penale agricola, ma mi sembra assurdo comunque, ho paura che ne vada persa per sempre la memoria, che in questi luoghi sembra addensarsi sulle pareti come muffa.. Se ti capita, prima che sia troppo tardi, facci un salto! Bel video e grazie per svelare questi pezzi di Sardegna meno noti!

    RispondiElimina
  7. Grazie ^-^ io adoro i luoghi abbandonati da sempre: case, strutture di vario tipo, ospedali m'incuriosisce tutto ciò che è vecchio e decadente! Grazie per il consiglio, è un posto che di sicuro mi farebbe venire il classico entusiasmo da esplorazione :) io come te, non so se sarei contenta nel vedere una moderna struttura turistica al posto di certi ruderi carichi di storia vissuta! Non so, io continuo a preferire la decadenza quando c'è una storia dietro!

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *