Valentina, non mollare / Don't give up!

20:16



I nostri percorsi di vita dicono tanto di noi.
Quando ripensiamo al passato non possiamo fare a meno di pensare alle nostre varie fasi dell'esistenza. Io ripenso a quando ero una bambina e amavo la natura e tutti i giochi all'aria aperta. Ripenso alle varie marachelle che facevo per divertirmi e alle puntuali sgridate di mia madre.

Our life paths talk about us.
When I think about my past I remind the different stages of my existence. I back to the time when I was child and I loved nature and all the open air games. I think back about the rogueries that I did and the punctual scoldings of my mother.


Se penso a quando ero adolescente invece mi viene in mente il mio impegno nell' attività agonistica e tutte le ore passate in piscina ad allenarmi, i rumori ovattati che sentivo mentre nuotavo e quella striscia nera sul fondo da seguire di continuo, l'adrenalina da competizione, le vittorie e le sconfitte, l'emozione delle gare regionali e quella più grande delle gare nazionali. Mi vengono in mente i mille metodi per saltare le interrogazioni o non studiare per i compiti in classe; ripensandoci bene si sprecava più tempo ad imbrogliare che a studiare.

On the contrary, if I think about the time of my adolescence I remind my devotion to the agonistic activity and all the hours spent in the swimming pool for the coachings, the softened sound of the water when I was swimming and that black line on the floor that I had to follow ever, the rushes of adrenalin given by the competitions, the wins and the defeats, the emotion of the regional championships and the bigger emotion of the national ones. I think back about the thousands methods to skip the oral tests or not to study for the written ones and as an afterthought I waste more time cheating than studying.


Mi ricordo i temi di italiano che mi esaltavano, il mio amore per le lingue straniere, il mio odio per la matematica e la chimica, il mio abbigliamento vintage esagerato, le risate con gli amici, i colloqui con i professori sempre temutissimi e scanditi dalla puntuale domanda di mia mamma "C'è qualcosa che devo sapere prima di andare?", gli scioperi e la mattinata passata al bar, soffocarsi dal ridere durante la lezione, i commenti sui personaggi della scuola, le bidelle che mi permettevano di usare il loro bagno perché c'era uno specchio migliore, la spensieratezza.

I think about the Italian essays that I loved, my predilection for foreign languages, my total hate for mathematic and chemistry, my excessive vintage clothing, the fun with my friends, the dreaded meetings with the teachers, marked by the punctual answer by mother “Is there something that I have to know before the meeting?”, the strikes and the mornings spent around, kill us laughing during classes, our comments to weird character of the schools and me using the janitors’ bathroom because It had the best mirror ever.

  
Se penso all'università mi viene in mente lo studio senza sosta i giorni prima degli esami, l'esaltazione per i buoni voti, l'ansia di dare tutti gli esami in tempo, le migliaia di ore buche passate ai giardini davanti alla facoltà, le risate perenni, la mensa e le ragazze che ci andavano vestite come ad un matrimonio, la scoperta di una nuova città diversa dalla propria, le nuove amicizie, una maggiore indipendenza, le borse di studio tanto attese, le cretinate con gli amici, le uscite del fine settimana con i colleghi, la mia passione per la fotografia e per i viaggi, le delusioni e le gioie, le nuove esperienze in giro per il mondo, la voglia di vivere il futuro.

If I think back about università, I remind the study tirelessly the days before the exams, the celebration for good grades, the anxiety to give all the exams on time, the hole hours past spent in the university’s gardens , the best laughters, the girls who were dressed like a wedding to go to the canteen, the discovery of a new city, new friendships, a greater independence, the long-awaited scholarships, the nonsenses with friends, the weekends spent with my colleagues, my passion for photography and travel, the disappointments and the joys, the new experiences around the world, the desire to live the future.


E poi ci sono io ora, in una nuova città, alla ricerca del mio posto nel mondo, che cerco di conservare la spensieratezza e la vivacità attraverso le insidie della società moderna e tento di mantenere un equilibrio laddove non esiste. Per questo mi auguro di capire dove sto andando: spero di non perdere nulla di ciò che ho guadagnato lungo il mio cammino, che le mie fatiche  siano riconosciute e mi aiutino a realizzarmi;  spero di riuscire ad affrontare tutti gli imprevisti e difficoltà che la vita sempre ci propone, ma allo stesso tempo, di mantenere sempre vivo il mio ottimismo e la mia parte navigante sulle nuvole. Non posso credere di non sbagliare mai perché sarebbe impossibile, ma posso augurarmi di saper correggere i miei errori quando sbaglierò e di cambiare il mio giudizio se sarà necessario. Vorrei saper apprezzare tutto ciò che ho e non pensar a cos' altro vorrei avere, gioire delle piccole cose, sentirmi soddisfatta di me anziché sentirmi sempre nella mediocrità; spero di conservare sempre il mio lato generoso e quello ironico e di non perdere mai quella parte di me diversa e estraniata dal mondo  che amo e odio a fasi alterne.

And then there's me now, in a new city, looking for my place in the world, trying to retain the lightheartedness and vibrancy through the pitfalls of modern society and trying to maintain a balance where none exists. For this reason, I hope to understand where I'm going: I hope not to lose anything of what I have gained along my path, I hope that my efforts are recognized and help me to fulfill myself, I hope to address all hazards and difficulties that life constantly suggests to us but at the same time, I hope to keep alive my optimism and my sailing on the clouds. I can’t believe it would be impossible to ever get it right, but I can wish me to know how to correct mistakes when they may be wrong and to change my opinion if need be. I would like to appreciate all that I have and do not think cos' I wish I had more, I would like to enjoy the small things and I want to feel satisfied with myself instead of always feeling into mediocrity, I hope to always keep my generous side and the ironic and never lose that part of me different and alienated from the world I love and hate on and off.

In foto: la bellissima campagna toscana.
In these photos: the beautiful countryside of Tuscana.

You Might Also Like

16 comments

  1. OH Vale, posso catapultarmi in questa foto per darti un abbraccio? ;)

    RispondiElimina
  2. Cara Valentina, quando ci si rimbocca le maniche per così tanto tempo, avendo davanti comunque un obiettivo e poi si arriva a fermarsi un pò, è come se all'improvviso, tutto ciò che di noi non abbiamo ben ascoltato, perchè avevamo troppo da fare, uscisse fuori come un'ospite non tanto gradito...un contatto con te stessa che ti porta ad avere momenti malinconici ma che saranno terreno fertile per nuove esperienze che, son sicura non tarderanno ad arrivare. Sei una ragazza molto in gamba!Un sorriso, Barbara

    RispondiElimina
  3. non importa dove stai andando, ma dove sei adesso
    il futuro non esiste

    io non ti conosco, ma per quel poco che ho visto in questo blog, di mediocrità non c'è traccia

    RispondiElimina
  4. capita anche a me di buttarmi giù e di ripensare a tutto ciò che ho fatto prima di arrivare qui. dirti di non mollare è scontato, l'importante è che tu creda fino in fondo in ciò che fai e che vuoi fare. non è detto che ci riuscirai: purtroppo la vita spesso non va dove vorremmo, ma io te lo auguro davvero, davvero tanto!

    RispondiElimina
  5. splendide immagini e belle parole
    nessuno sa dove sta andando, più che la meta è importante il viaggio ;)
    a presto!

    RispondiElimina
  6. Non arrenderti MAI. Si arrende la luce? Si arrendono le stelle? DEVI continuare a impreziosire il mondo... :)
    Un abbraccissimo!

    RispondiElimina
  7. quattro bellezze della nostra terra: tu, i versi, le storie e la Toscana!

    RispondiElimina
  8. Io sono sicura che ci riuscirai e che presto troverai il tuo spazio nel mondo facendo ciò che più ami,mentre leggevo questo post ricordavo gli anni di scuola ,amici e compagni che ormai non vedo più,episodi bellissimi ed anche tristi che certamente non dimenticherò mai.
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  9. Prima di tutto un "BRAVISSIMA" per questi splendidi scatti. Ho scoperto , attraverso il tuo racconto, tante cose di te che non conoscevo ancora come ad esempio che hai praticato il nuoto ed hai partecipato a gare a livello nazionale. Ancora una volta voglio usare la parola "coraggio": non demordere cara Vale perchè il tuo momento fortunato arriverà e non essere malinconica chè sei giovane , bella ,intelligente e soprattutto brava.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Ho avuto modo di commentare qualche volta questi tuoi momenti un po' bui... perchè ultimamente ce ne sono stati; ti ho sempre detto, lo farò anche ora, che tu sei tutto quella di cui ti ricordi con gioia, tu sei quella che sta cercando la sua strada, ma non in un solo posto, ti stai mettendo in gioco anche da altre parti!!! La tua vivacità, la tua allegria, la tua positività ti aiuteranno... di momento brutti ne vivrai ancora, ci mancherebbe, ma affronta tutto come hai sempre fatto con tutte le esperienze della tua vita e vedrai che riuscirai ad affrontarle meglio!!!! ;)

    Un grandissimo Abbraccione!!! :D

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutti :)
    Bè...diciamo che il mio stato d'animo rispecchia quello di tanti altri ragazzi come me che in questo momento di crisi nn riescono a trovare la propria collocazione nel mondo. Questo ti condiziona parecchio perché nn ti senti utile e nn sai quale sia la strada giusta da prendere tra tante sbagliate. Attualmente propongono solo lavori del cavolo e un giovane che si trova alle strette è costretto ad accettare proposte davvero tristi..tipo far contratti porta a porta (la nuova moda del secolo) oppure buttare all'aria tutte le sue aspirazioni. Sinceramente credevo che questo momento sarebbe arrivato tra qualche anno..nn ad un anno e mezzo dalla laurea..pensavo di avere più tempo per credere alle mie inclinazioni, ma purtroppo la crisi c ha tolto anche il tempo di decidere e di aspettare l'occasione giusta.

    RispondiElimina
  12. Mai arrendersi!!! :) Tu hai mille qualità e mille sogni nel cassetto da realizzare... La tua vita fino ad ora ti ha dimostrato di quante cose belle sei capace... è un segno! Devi continuare a lottare anche se le delusioni incrineranno la tua vitalità. Dimostra alla tua vita che sei sempre in grado di sorprenderti... vai avanti così Mel!!!

    RispondiElimina
  13. Come dici tu, è un brutto momento per tanti! Questo pensiero dovrebbe aiutarti a non ledere la tua autostima! Anche quando nuotavi non vedevi l'arrivo ma sapevi che c'era. Non mollare!

    RispondiElimina
  14. Ogni tanto fare un percorso a ritroso ci aiuta a capirci di più...e ad andare avanti.
    Con più voglia ed energia di prima...ed io te lo auguro di cuore...
    un abbraccio e grazie per la tua opinione sull'Islam da me...
    a presto...

    RispondiElimina
  15. Il tuo è l'atteggiamento giusto, bisogna conservare la positività ad ogni costo. Specialmente nei momenti meno felici...

    PS. Ci sono tante di quelle cose in comune nelle storie delle nostre vite nemmeno immagini! A tratti sembrava di leggere la descrizione della mia... :)

    RispondiElimina
  16. La spensieratezza... c'è un momento della vita in cui si trasforma in altro. L'importante è sapersi ritagliare, in mezzo alle responsabilità e le necessità di ogni giorno della nostra vita adulta, attimi legittimi e inviolabili di assenza di pensieri, saper tutelare il nostro lato leggero.

    RispondiElimina

Ogni commento è un raggio di sole.

Blog Archive

I MIEI LETTORI

VISITATORI DEL MONDO CAPOVOLTO

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *